Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors
Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors

29 Novembre 2023 | Attualità

Passaporto italiano tra i documenti più falsificati al mondo

Un indagine di Onfido sulle frodi di identità mostra come tra i documenti più falsificati al mondo, al secondo posto, ci sia il passaporto italiano. Il motivo? La possibilità di visitare 190 Paesi senza visto.

Il passaporto italiano è tra i migliori al mondo e forse proprio per questo motivo è il secondo documento più falsificato. A dirlo è Onfido, leader mondiale nell’autenticazione e nella verifica delle identità digitali, nell’Identity Fraud Report 2024.

Le frodi documentali crescono sempre di più e nel 2023 hanno registrato un incremento del 7,4% rispetto al 2022, costituendo l’80,3% di tutti gli attacchi. A rendere più semplice il processo di falsificazione dei documenti sono i sempre più accessibili strumenti di intelligenza artificiale, in grado di produrre immagini digitalmente manipolate in modo rapido ed economico.

Il bersaglio principale secondo l’Identity Fraud Report 2024 sono le carte d’identità nazionali che rappresentano il 46,8% di tutte le frodi documentali e in Italia questa percentuale quasi raddoppia, arrivando all’81%. Tra i motivi principali, la possibilità di trovare ancora versioni cartacee dei documenti d’identità italiani, molto più facili da riprodurre e quindi falsificare. 

A seguire ci sono i passaporti che rappresentano il 26,7% delle frodi documentali e quello italiano, in particolare, è il secondo documento più falsificato al mondo (15%), preceduto solo da quello indiano (18%).

Il motivo sta sicuramente nei vantaggi del passaporto italiano, grazie al quale si può viaggiare in 190 Paesi senza bisogno di documentazione aggiuntiva, come ad esempio il visto turistico che necessita di settimane o mesi per essere approvato dal governo del Paese di destinazione.

Fonte foto: www.datamanager.it

di Antonietta Vitagliano

Guarda anche:

L’UNESCO ha designato Bolzano Città Creativa della Musica

Con le 55 nuove realtà di tutto il mondo entrate a far parte del club delle Città Creative UNESCO, la Rete ne conta adesso 350 in oltre cento Paesi, che rappresentano sette settori creativi:...
la vera origine dei numeri decimali - ph. cheskapoondesignstudi

I numeri decimali hanno 150 anni in più del previsto e sono italiani

Erano usati già nel 1400 da un mercante veneziano. Si pensavano introdotti da un matematico tedesco a fine '500 Utilizzati da un mercante veneziano già nel 1440, i numeri decimali avrebbero 150 anni...
Birra "Era Pane"

Era pane, ora è Birra. Il progetto di una famiglia italiana

Non è un semplice birra artigianale, ma molto di più. Si chiama "Erapane" del brand Cerchi nel Pane prodotta dal panificio Rizzato, una bottega storica di Lugo di Ravenna. Dentro a questa produzione...