Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content

26 Luglio 2013 | Attualità

Poca par condicio, richiamo ad Annunziata e Fazio

Più spazio al Pdl nella prossima edizione di  In mezz’ora di Lucia Annunziata e di Che tempo che fa di Fabio Fazio : l’ordine di r iequilibrio arriva dal Consiglio dell’Agcom , in base agli esposti presentati dal capogruppo del partito alla Camera Renato Brunetta. Promosso, invece, Ballarò , che per l’Autorità non ha violato i principi del pluralismo. “La prima battaglia è stata vinta: par condicio e trasparenza nel servizio pubblico radio-tv devono diventare la regola e non più l’eccezione“ , esulta Brunetta . L’azienda si difende: “ Il pluralismo è uno dei valori fondamentali della Rai che continuerà a impegnarsi per garantirne la piena attuazione“.  Il presidente Agcom Angelo Marcello Cardani invita però a non generalizzare: “ La Rai ha rispettato gli obblighi di servizio pubblico previsti dalla legge e dal contratto di servizio, essendo in sostanziale equilibrio nel complesso della sua programmazione “ e dunque l’ordine di riequilibrio per Annunziata e Fazio “serve a garantire la parità di trattamento anche nell’ambito del ciclo dei singoli programmi“. 

Guarda anche:

Pompei

La tecnologia entra nella storia di Pompei

Nuove iniziative sperimentali per il recupero di reperti del Parco archeologico di Pompei sono realizzate grazie al digitale e alla robotica e con il contributo di realtà italiane e internazionali....
Eustorgio

A Milano nasce il più grande archivio di documenti storici d’Europa

Il Comune di Milano ha approvato la realizzazione del nuovo impianto di archiviazione all’interno della Cittadella degli archivi di Milano. La ricerca dei documenti è affidata a Eustorgio, un robot...

Alimentari, fiore all’occhiello del Paese, i maggiori rincari nel 2022

Il 2022 si apre con un vero e proprio boom di rincari. Non solo l’ennesimo allarme contagi con la galoppante diffusione della variante Omicron in tutta Europa, ma a complicare la vita degli italiani...