Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors
Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors

3 Giugno 2009 | Economia

Presentata ‘Go’, la nuova Psp della Sony

Sony ha finalmente presentato l’aggiornamento della sua console portatile Psp. La mini-Playstation evoluta è stata ribattezata ‘Go’ : più compatta e leggera (solo 108 grammi) dell’edizione classica, riduce lo schermo di qualche pollice (fino a una diagonale da 3,8) e adotta dei controlli a scomparsa che contribuiscono a migliorarne la portabilità. Il dispositivo rinuncia inoltre al drive umd, in favore di una memoria flash interna da 16  gigabyte: non sarà dunque possibile utilizzare i giochi vecchi su Psp Go. Questo aspetto contribuirà a creare una cesura tra le due console portatili, anche se Sony sostiene che l’ultima arrivata non sia stata concepita per sostituirsi al modello 3000, ma per affiancarsi a esso. Nessun’altra novità, pad analogico integrato a parte, per quanto riguarda l’hardware montato da Psp Go: non sono stati aggiunti né la fotocamera, né il touch-screen, e nemmeno un secondo pad analogico. Interessante, invece, l’applicazione della connettività sistema bluetooth, utilizzabile sia per collegarsi a internet via cellulare sia per interfacciarsi a degli auricolari wireless. Durante la presentazione, sono stati annunciati alcuni dei videogame che accompagneranno il lancio di Psp Go sul mercato: L ittle Big Planet, Jak and Daxter, Metal Gear Solid e Gran Turismo.

Guarda anche:

SOS frantoi. Il paradosso italiano

Unaprol e Coldiretti hanno recentemente presentato l’esclusivo rapporto su “La guerra dell’olio Made in Italy” diffuso all’alba dell’attuale campagna olearia 2022/2023. Ad emergere è un’incognita...

Come vendere tulipani agli olandesi!

Vale 1 miliardo di euro l'export made in Italy di piante fiori e fronde. Nel dettaglio, si tratta di 1.146.762.653 euro, in crescita del 22% rispetto allo stesso periodo del 2020 (erano 937.756.550...

Tornano nei campi italiani miglio e avena grazie al progetto europeo “Re- Cereal”

La coltivazione di avena, miglio e grano saraceno sta nuovamente attirando l'interesse degli agricoltori delle regioni alpine di Austria e Italia. Una notizia a beneficio dei 233.000 ciliaci ad oggi...