Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content

21 Settembre 2006 | Innovazione

PROFESSIONE REPORTER

Negli ultimi quindici anni sono stati uccisi 580 giornalisti nel mondo. L’iraq guida la ‘classifica’Ogni mese vengono uccisi più di tre giornalisti. Lo afferma uno studio dell’associazione non profit statunitense Center to protect journalists. Negli ultimi quindici anni sono stati uccici 580 giornalisti a causa del loro lavoro. E molto spesso non si tratta di pallottole vaganti o di errori: ben sette vittime su dieci muoiono per ritorsione nei confronti dei loro reportage. Le condanne a morte di oltre un quarto dei giornalisti morti sono state eseguite per ordine dei governi o di militari. Il paese più ‘mortale’ è l’Iraq con 78 giornalisti uccisi negli ultimi quindici anni. Seguono Algeria (60), Russia (42), Colombia (37). Nel 2006 sono già morti 31 giornalisti, di cui 20 in Iraq. A correre i maggiori rischi sono i reporter locali. Fra le diverse tipologie di giornalisti, i più colpiti sono quelli della carta stampata. L’85% dei killer dei giornalisti non è mai stato indagato o processato.

Guarda anche:

Per le olimpiadi di Milano si preparano i taxi aerei

La mobilità aerea urbana (UAM) è diventata la nuova frontiera dell'aviazione, a livello globale. Taxi volanti, piccoli, silenziosi e sostenibili forniranno il trasporto di massa per viaggi...

Bill Gates finanzia il vaccino ReiThera al posto dello Stato italiano

Da Bill Gates 1.4 milioni di dollari per lo sviluppo del vaccino italiano proprietà di ReiThera Srl. Lo sviliuppo del vaccino era stato bloccato dopo che il Governo non aveva rinnovato il...
Roma_bicicletta

Roma Capitale anche del turismo su bicicletta; conto alla rovescia per il Grab

E’ finalmente arrivato il momento per il Grab, il Grande raccordo anulare delle bici.  La Capitale lo aspetta da tempo e adesso dopo sette anni di lavori è iniziato il conto alla rovescia. Si tratta...