Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors
Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors

21 Giugno 2013 | Attualità

Rai nella bufera: tangenti per lavorare

La denuncia del patron della casa di produzione Ldm Pietro De Lorenzo racconta di un sistema di mazzette per lavorare con la Rai . Una denuncia che, come spiega il Corriere della Sera , ha causato l’i scrizione nel registro degli indagati di alcuni dirigenti di Viale Mazzini. L’accusa contestata è di abuso d’ufficio , mentre l’istanza ipotizza il reato di concussione. A maggio l’imprenditore si era rivolto con una lettera alla commissione di Vigilanza, ai capigruppo dei partiti e ad alcuni ministri. “ Ho rifiutato di pagare tangenti ad alcuni funzionari e per questo a Viale Mazzini non mi fanno più lavorare ”. La procura di Roma ha quindi dato il via ad alcune verifiche per accertare le eventuali irregolarità compiute dagli organizzatori delle prime serate di Rai 1 e Rai 2. Si parla di programmi e show – da I raccomandati e Ciak si canta a Punto su di te – e fiction di successo. De Lorenzo ha elencato in modo dettagliato i “ soprusi ” che avrebbe subito da “ una banda di dirigenti Rai infedeli” . Nel mirino l’ex capostruttura di Rai 1 Giampierio Raveggi (ora in pensione); la moglie Chiara Calvagni, capostruttura dell’Ufficio risorse; Chicco Agnese , responsabile palinsesiti della rete ammiraglia. Tutti hanno respinto le accuse al mittente e hanno assicurato: “ Chiariremo tutto”.

Guarda anche:

Genova, Piazza de Ferrari

L’Ocean Race in Italia per la prima volta

La competizione che solca gli Oceani da mezzo secolo sbarca a Genova nel giugno 2023.   Fra gli eventi in calendario per il nuovo anno c’è anche l’arrivo della Ocean Race, che sbarcherà a...
pizza napoletana

Pizza napoletana: approvato marchio di garanzia contro le etichette fake

Non nominare la pizza napoletana invano. Dal 18 dicembre entra in vigore il Regolamento UE che assegna alla ricetta della tradizionale pizza napoletana l’etichetta di Stg, “specialità tradizionale...

Questa volta Sting nella bottle mette il vino e vince il premio “Vignaiolo Verde”

In occasione della presentazione del volume ‘I migliori 100 vini e vignaioli d’Italia 2023’, la guida diretta dal sommelier ex campione del mondo Luca Gardini che seleziona i cento vignaioli tenendo...