Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors
Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors

2 Agosto 2010 | Economia

Rim scommette sul tablet BlackPad

Le indiscrezioni si fanno sempre più insistenti e pare ormai certo che anche Research in motion proporrà al mercato il proprio tablet pc entro la fine dell’anno. BlackPad , quasto il nome del dispositivo portatile che dovrebbe sfidare l’egemonia di iPad, si baserà sul sistema operativo Blackberry 6 e sarà indirizzato soprattutto a uomini d’affari e professionisti. Il prodotto sarà commercializzato dopo Blackberry Bold 9800, smartphone touchscreen che rinverdirà la tradizione di Blackberry nel settore, e proverà a colmare le lacune del tablet firmato Apple, di cui dovrebbe invece imitare le dimensioni. Per questo dovrebbe presentare videocamere frontali e posteriori e essere dotato di sistema Bluetooth che consentirà di far dialogare Blackberry e BlackPad. “Rim va incontro a una battaglia complicata – ha detto l’analista di Robert W Baird & Co., William Power -. L’azienda deve ancora dimostrare che può presentare una tecnologia touchscreen in grado di confrontarsi con i leader del settore” . Per questo il lancio di BlackPad rappresenta una scommessa , un azzardo per provare a far concorrenza alla Mela e non solo.

Guarda anche:

SOS frantoi. Il paradosso italiano

Unaprol e Coldiretti hanno recentemente presentato l’esclusivo rapporto su “La guerra dell’olio Made in Italy” diffuso all’alba dell’attuale campagna olearia 2022/2023. Ad emergere è un’incognita...

Come vendere tulipani agli olandesi!

Vale 1 miliardo di euro l'export made in Italy di piante fiori e fronde. Nel dettaglio, si tratta di 1.146.762.653 euro, in crescita del 22% rispetto allo stesso periodo del 2020 (erano 937.756.550...

Tornano nei campi italiani miglio e avena grazie al progetto europeo “Re- Cereal”

La coltivazione di avena, miglio e grano saraceno sta nuovamente attirando l'interesse degli agricoltori delle regioni alpine di Austria e Italia. Una notizia a beneficio dei 233.000 ciliaci ad oggi...