Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors
Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors

28 Ottobre 2008 | Attualità

Roma: trionfano la Biel con Easy Virtue e la Finocchiaro con Galantuomini

Prosegue il Festival Internazionale del film di Roma: ieri l’attenzione della stampa e dei presenti all’evento, si è concentrata intorno all’attrice americana Jessica Biel, protagonista del film Easy Virtue di Stephan Elliot.  Il regista, a dieci anni di distanza da The Eye , torna a girare, riprendendo il lungometraggio di Alfred Hitchcock, tratto dalla pièce di Noel Coward, 24 .  Il film racconta le vicende di una nobile famiglia decaduta: il figlio maggiore torna da un viaggio all’estero con una meravigliosa ragazza, la Biel, che non viene accettata dai suoi genitori e dai parenti. L’unico ad appoggiare la giovane, considerata da tutti un’intrusa, è il capo famiglia, interpretato da Colin Farell. La pellicola celebra la bellezza della Biel, giudicata una delle donne più sexy del mondo e la donna più in salute del mondo. Ai giornalisti che le hanno ricordato questo bizzarro titolo, ha risposto: ” Veramente non la trovo una definizione pazzesca. Certo sono una sportiva e mangio bene, ma si potevano trovare parole diverse. I miei amici mi hanno preso in giro per mesi “. L’attrice, diventata famosa per il ruolo di Mary in Settimo Cielo , ha dichiarato di essersi sentita vicina alla protagonista del film, che detesta lo stile di vita inglese: ” Se mai dovessi spostarmi a vivere in Europa, non sceglierei Londra ma Roma “. E non ci sono dubbi che Roma piaccia tanto alla Biel, dal momento che la sua storia d’amore con il cantante Justin Timberlake si è consolidata proprio in questa città, quando lui le ha chiesto la mano. ” Anch’io, come la protagonista del film, ho un bel carattere deciso , magari mi piacerebbe essere ancora più tagliente. Ma l’energia, quella c’è tutta. Ho in più la gioia di vivere e la spensieratezza “, ha aggiunto l’attrice. La Biel ha anticipato anche il  suo prossimo lavoro: ” Interpreterò una giovane che dopo un incidente si trasforma. Dall’acqua cheta che era si fa ossessionare dal sesso. Così capisce che questo mondo le sta stretto “. L’altra attrice, indiscussa protagonista della giornata di ieri, è stata Donatella Finocchiaro, nel cast del film del regista salentino Edoardo Winspeare, Galantuomini . Tra gli interpreti della pellicola, che ha ricevuto un’ottima accoglienza della stampa, ci sono anche Fabrizio Gifuni e Beppe Fiorello. Il film racconta la storia di un amore impossibile, tra un magistrato e la donna di un potente boss della Sacra Corona Unita . ” Il mio personaggio è quello di una donna dura e violenta , a tratti spietata, ma quando si toglie quella maschera mostra tutta la sua femminilità. È una donna intelligente in mezzo a criminali cialtroni e un po’ fessi. Facendo la donna potente della Scu e dovendo comandare gli uomini, almeno sul set mi sono tolta davvero molte soddisfazioni “, ha spiegato la Finocchiaro. “Ho incontrato molte donne definite “vangeli” dei picciotti e mi sono affezionato a una di queste che mi sembrava vittima dei criminali. Invece – ha spiegato il regista Winspeare – mi sono accorto che anche lei era una vera criminale ed è stata arrestata per associazione mafiosa e omicidio. Il film è ambientato agli inizi degli anni ’90, quando la Puglia non aveva ancora un’identità come regione meridionale: allora erano famose solo Napoli e la Sicilia e paradossalmente si è iniziato a parlare di Puglia solo con la nascita della Scu, unica criminalità organizzata che è stata debellata perché non ancorata alla tradizione “.

Guarda anche:

Treno del Foliage, un viaggio tra i colori dell’autunno

Dal 15 ottobre al 6 novembre sarà possibile vivere un piacevole viaggio tra i colori dell’autunno lungo 52 km, da Domodossola a Locarno.  La tratta percorsa dal Treno del Foliage è stata inserita...

Le elezioni italiane viste dall’estero

La vittoria di Giorgia Meloni alla guida di Fratelli d’Italia è stata commentata dai principali quotidiani internazionali. La vittoria della coalizione di centro destra guidata da Fratelli d’Italia...

I robot amici dell’uomo. La ricerca è italiana

Sono robot collaborativi, nati per aiutare i chirurghi a “sentire” gli organi durante un’operazione anche a migliaia di chilometri di distanza, progettati per sollevare delicatamente anziani o malati allettati, per fare pulizie in casa, per lavorare nelle fabbriche, con compiti più rischiosi, riducendo le possibilità di infortuni.