Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors
Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors

15 Gennaio 2013 | Innovazione

Ruzzle, giocare a trovar parole

La nuova moda che spopola su smartphone e tablet sono i giochi di abilità e i quiz con cui sfidare gli amici , che si tratti di mettere in fila le lettere e trovare una parola, indovinare una canzone o capire cosa hanno disegnato i propri avversari. Vero e proprio fenomeno di questo genere di applicazioni è Ruzzle che è giocato da ben 10 milioni di giocatori nel mondo ed è ormai al primo posto nelle classifiche dell’App store e del Google Play , dove è possibile scaricare sia la versione free che quella a pagamento a 2,69 euro (che oltre a eliminare la pubblicità permette di tenere sott’occhio le statistiche di gioco). A farlo diffondere è anche l’ integrazione con Facebook e Twitter : basta collegare l’app con il proprio profilo social perché i nostri amici sappiano che giochiamo e contro chi vinciamo. Il meccanismo del gioco è semplice e ricorda il vecchio Paroliere . In pratica si visualizzano 16 lettere (ognuna con un punteggio diverso) e in due minuti bisogna trovare quante più parole possibili incrociando le caselle contigue. Il risultato verrà confrontato con quello dell’avversario. Vince chi in tre round fa più punti.

Guarda anche:

Italian Tech Week: a Torino il 29 e il 30 settembre

A Torino il 29 e il 30 settembre si svolge l’Italian Tech Week. Un appuntamento che, nelle due giornate, affronta temi legati a innovazione e nuove tendenze. Si tratta di un’occasione importante che...

In Italia i podcast registrano una crescita del 7%

I podcast in Italia stanno prendendo piedi a un ritmo costantemente in crescita. Un incremento nel consumo del 7% rispetto allo scorso anno, a conferma di un trend positivo che negli ultimi 6 anni...

TOMMI: con la VR per aiutare i bambini a sostenere il dolore

Softcare Studios è la start up italiana che propone l’applicazione della realtà virtuale in sostituzione dei farmaci. Nello specifico ha sviluppato TOMMI: un gioco virtuale somministrato sui bambini...