Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors
Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors

28 Gennaio 2013 | Economia

Samsung invade mercato degli smartphone

Arriveranno nella prima metà del 2013, e saranno almeno cinque i nuovi modelli di smartphone che Samsung metterà sul mercato entro l’anno. Un memo riservato dell’azienda coreana è finito in rete : contiene i nomi dei nuovi dispositivi. Almeno uno era già noto, ovvero il Galaxy Note 8.0, la cui presentazione è prevista al Mobile World Congress di Barcellona a febbraio. Ma gli altri sono del tutto inediti, e c’è un’assenza tra i prodotti previsti: niente Galaxy S IV , il successore del popolare S III potrebbe avere un altro nome. Intanto, Samsung lancerà oltre al Note 8.0, un tablet da 8 pollici che si porrà in diretta concorrenza con l’iPad Mini, quattro smartphone. I nomi sono Galaxy Pocket Plus, Galaxy Young, Galaxy Grand e Galaxy X Cover 2. Il Galaxy Cover 2 sarà uno smartphone impermeabilizzato e con un case in grado di respingere la polvere. Il Galaxy Grand avrà un grande display da 5 pollici, camera da 8 megapixel e sarà dual sim, mentre il Pocket Plus sarà uno smartphone dalle dimensioni particolarmente contenute. Il Galaxy Young avrà un display da 3 pollici, tutti i nuovi dispositivi saranno basati su Android 4.1.

Guarda anche:

SOS frantoi. Il paradosso italiano

Unaprol e Coldiretti hanno recentemente presentato l’esclusivo rapporto su “La guerra dell’olio Made in Italy” diffuso all’alba dell’attuale campagna olearia 2022/2023. Ad emergere è un’incognita...

Come vendere tulipani agli olandesi!

Vale 1 miliardo di euro l'export made in Italy di piante fiori e fronde. Nel dettaglio, si tratta di 1.146.762.653 euro, in crescita del 22% rispetto allo stesso periodo del 2020 (erano 937.756.550...

Tornano nei campi italiani miglio e avena grazie al progetto europeo “Re- Cereal”

La coltivazione di avena, miglio e grano saraceno sta nuovamente attirando l'interesse degli agricoltori delle regioni alpine di Austria e Italia. Una notizia a beneficio dei 233.000 ciliaci ad oggi...