Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors
Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors

13 Aprile 2023 | Ambiente, Attualità, Economia

Sette italiane tra le migliori cento aziende al mondo secondo la Global Reptrak 100®

Non bastano più qualità e convenienza per posizionare un marchio nella classifica mondiale della buona reputazione. Occorre anche una produzione etica e rispettosa della società e dell’ambiente.  Ferrari, Pirelli e Ferrero tra le 7 aziende e marchi italiani migliori al mondo nella classifica delle 100 realtà con la miglior reputazione a livello globale stilata da The RepTrak Company

Global Reptrak 100®, la classifica della reputazione aziendale a livello globale, è l’innovativa graduatoria stilata da The RepTrak Company™ pensando non solo al fatturato. Questa lista rivela come le persone si sentono, pensano e agiscono nei confronti delle compagnie, e celebra le 100 aziende con la reputazione migliore.

Nell’edizione 2023, tre le 100 aziende eccellenti a livello globale sono sette i marchi italiani con le migliori performance. È invece Lego la storica azienda danese dei mattoncini a confermare il primato anche nel 2023, inseguita da Bosch e Rolls Royce. 

Le migliori aziende italiane al mondo

Bisogna scorrere fino al 13° posto nella classifica generale per poter trovare la prima azienda italiana: Ferrari, che guida il suo comparto e a stretto giro, dopo due posizioni, vede Pirelli al quindicesimo posto. Solo al 30° posto, nel settore alimentare, Ferrero mantiene la supremazia. Al 33° invece c’è Barilla che, grazie all’ottima performance all’estero, continua a essere considerata il simbolo della pasta italiana e diventa il 10° marchio, unico italiano, più apprezzato dalla Generazione Z. Generazione di solito più sensibile al fascino dell’ICT e dell’innovazione, come dimostrano le posizioni dominanti della classifica con Google, Microsoft e Samsung sul podio.

Ancora nel settore alimentare Lavazza si piazza al 44° posto della classifica generale. Mentre l’eccellenza della moda made in Italy è rappresentata da Giorgio Armani al 47° posto e solo al 99° posto troviamo Prada, presente nel Global RepTrak 100 solo da due anni.

L’unico marchio italiano nella top ten dei Millennials e della Generazione X è Ferrari. Tra i Baby Boomers l’azienda italiana più gradita è Barilla, al 4° posto, seguita da Ferrero al 9° posto. Gli over 65 promuovono per la miglior reputazione Pirelli.

La chiave del successo: produrre in modo etico e rispettoso 

«Non si tratta più solo di ciò che l’azienda offre, ma di come lo fanno. Oggi le aziende non devono solo fornire un prodotto di qualità a un prezzo conveniente data la recessione, ma anche dimostrare che lo stanno facendo in modo etico e rispettoso della società e dell’ambiente», ha spiega Michele Tesoro-Tess, executive vice president Emea & Apac di RepTrak.

I criteri per entrare nel Global RepTrak 100

Un fatturato globale superiore a 2 miliardi di dollari; il raggiungimento di una soglia di familiarità media globale superiore al 20% in tutti i 14 Paesi misurati e una soglia di familiarità superiore al 20% in 7 o più dei 14 Paesi misurati; il conseguimento di un punteggio di reputazione qualificante superiore al punteggio medio (ovvero 67,3 punti). Questi sono i requisiti necessari per poter accedere alla classifica delle aziende con migliore reputazione mondiale.

Il ranking viene stilato utilizzando punteggi da 0 a 100 che misurano i sentimenti delle persone nei confronti di una determinata azienda. Le valutazioni di reputazione dimostrano una forte attinenza positiva con i risultati aziendali, come per esempio la volontà delle persone di comprare o fidarsi di una compagnia.

I parametri utilizzati da RepTrak™

Products & Services, Innovation, Workplace, Governance, Citizenship, Leadership e Performance sono i parametri utilizzati per formare la classifica fino al 2021, anno in cui si è aggiunto un altro criterio. L’ESG Score (Environmental, Social, Governance), fattore che valuta il rapporto con l’ambiente, le attività legate alla responsabilità sociale e la governance aziendale. Questo criterio è ormai considerato un punto essenziale nell’investimento sostenibile e responsabile.

di Luisa D’Elia

Guarda anche:

Le api ci possono aiutare?

Fino al 15 ottobre al MUSE di Trento una mostra itinerante dedicata alle api e alle relazioni che possono innescare per il mondo umano,  animale e vegetale. Possono le api esserci di ispirazione per...
Dal sito passalacqua.it

Il miglior hotel al mondo è in Italia

In vetta alla classifica World’s 50 Best Hotels c'è il Luxury Boutique Hotel Passalacqua, a Moltrasio, sul lago di Como. Fra i primi 30 anche il Four Seasons di Firenze, Aman di Venezia, Le Sirenuse...

Per le strade di Parigi con Robert Doisneau

Fino al 15 ottobre 2023, il Museo Diocesano di Milano ospita l’antologica di Robert Doisneau (1912-1994), uno dei più importanti fotografi del Novecento. L’esposizione, curata da Gabriel Bauret,...