Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors
Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors

26 Novembre 2008 | Attualità

Sex and the City 2 si farà, parola di Sarah Jessica Parker

Il sequel di Sex and the city si girerà: le riprese inizieranno a metà del prossimo anno. Lo ha confermato l’attrice protagonista Sarah Jessica Parker che nel film e nel serial veste i panni della scrittrice Carrie Bradshaw. Nel 2010 potrebbero tornare sul grande schermo le quattro amiche protagoniste di ben sei stagioni del telefilm creato da Darren Star. Della trama non si sa ancora nulla: avevamo lasciato Carrie e Big (Chris Noth) freschi di matrimonio, ma nel nuovo episodio della saga non avranno nessun bambino . ” Non sarebbe coerente con il mio personaggio – ha spiegato la Parker – con il regista Michael Patrick King non abbiamo parlato di questa eventualità, non è stata contemplata. Almeno per quanto ne so io. Poi tutto più essere, ma credo che buttare in mezzo la maternità sia un mettere fin troppa carne al fuoco, Carrie non è fatta cos ì”. Oltre a Kim Cattrall che veste i panni della cinquantenne Samantha Jones, Kristin Davis nel ruolo della pudica Charlotte York e a Cynthia Nixon alias all’avvocato Miranda Hobbes, sembra che ritroveremo nel sequel anche Chris Noth (Big), David Eingenberg (Steve) e Evan Handler (Harry).

Guarda anche:

Treno del Foliage, un viaggio tra i colori dell’autunno

Dal 15 ottobre al 6 novembre sarà possibile vivere un piacevole viaggio tra i colori dell’autunno lungo 52 km, da Domodossola a Locarno.  La tratta percorsa dal Treno del Foliage è stata inserita...

Le elezioni italiane viste dall’estero

La vittoria di Giorgia Meloni alla guida di Fratelli d’Italia è stata commentata dai principali quotidiani internazionali. La vittoria della coalizione di centro destra guidata da Fratelli d’Italia...

I robot amici dell’uomo. La ricerca è italiana

Sono robot collaborativi, nati per aiutare i chirurghi a “sentire” gli organi durante un’operazione anche a migliaia di chilometri di distanza, progettati per sollevare delicatamente anziani o malati allettati, per fare pulizie in casa, per lavorare nelle fabbriche, con compiti più rischiosi, riducendo le possibilità di infortuni.