Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors
Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors

10 Aprile 2013 | Attualità

Sindaco di Perugia querela La Vita in diretta

“La misura è ormai colma ”: il sindaco di Perugia, Wladimiro Boccali punta il dito contro una reiterata rappresentazione mediatica della sua città e, dopo “l’ultima goccia che ha fatto traboccare il vaso” (una puntata della Vita in diretta , su Rai 1, con servizi e collegamenti sull’omicidio diAlessandro Polizzi) annuncia “azioni legali a difesa dell’immagine” di Perugia, a partire proprio da una querela nei confronti della Rai e della Vita in diretta.   Stamani in una conferenza stampa nella sede comunale, Boccali ha descritto come “offensive della dignità di Perugia” le parole pronunciate da un giornalista nel corso della trasmissione in questione. Boccali ha riferito di aver già scritto al presidente e al direttore generale della Rai e di aver ricevuto le scuse telefoniche dalla redazione della trasmissione: “però quella telefonata privata al sindaco – ha commentato – non l’ho ritenuta sufficiente per i perugini, perché non voglio difendere la mia figura ma quella di una intera città”.

Guarda anche:

Venduto l’ex scalo ferroviario di Porta Romana a Milano, ospiterà il Villaggio Olimpico

L’ex scalo ferroviario milanese di Porta Romana è stato venduto per 180 milioni di euro da FS Sistemi Urbani, società capofila del Polo Urbano del Gruppo Ferrovie dello Stato Italiane. A comprarlo...
Scarpa Rossa su libro ad Albisola Superiore

Tante iniziative in Italia contro la violenza sulle donne

Molti gli appuntamenti in occasione del 25 novembre, dalle scarpette rosse sparse per le città al numero per chiedere aiuto sulle confezioni del latte.   Per dar conto delle molte iniziative in...
turisti-Italia

Uno studio condotto da Istituto Piepoli ci dice che l’Italia resta tra le mete preferite per le vacanze dei turisti stranieri in Europa

L’indagine è stata realizzata per Confturismo-Confcommercio su un campione rappresentativo di viaggiatori americani, brasiliani, tedeschi, francesi e britannici, che prima della pandemia...