Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content

9 Giugno 2014 | Economia

Sony torna regina dei videogame casalinghi

Dopo otto anni di rincorsa, Playstaion torna a essere la console più venduta, permettendo a Sony di battere la concorrenza di Nintendo. Ps4 ha chiuso il primo trimestre del 2014 distribuendo 18,7 milioni di unità in tutto il mondo, a dispetto dei 16,3 milioni di Wii U. Nintendo paga la scarsa attrattiva del suo ultimo prodotto, che ha deluso i mercati e ha avuto vendite pessime in Europa e Stati Uniti, a differenza del modello precedente.  Sony ha potuto contare su ottime performance in Giappone e nel Vecchio Continente , tanto che ha vinto anche la battaglia con Xbox One di Microsoft, che spera di recuperare terreno con il lancio in Cina, previsto entro l’estate, proprio come per Ps4, che comunque produce già profitti. A causa delle recenti perdite e del rosso di bilancio, Nintendo potrebbe chiudere il suo quartier generale in Germania, tagliando almeno un centinaio di posti di lavoro. Anche per Super Mario & Co. la Cina potrebbe rappresentare la frontiera per il ritorno alla gloria: il mercato dei videogame (pc, mobile, console) all’ombra della Muraglia vale circa 13 miliardi di dollari ed è stato sin qui inaccessibile per le compagnie straniere. Ma occorre prima rimettere in sesto le strategie societarie per sfidare alla pari Xbox One e Ps4.

Guarda anche:

Export agroalimentare italiano verso il record storico

L'alimentare italiano registrerà il primato storico nelle esportazioni raggiungendo quota 52 miliardi, mai registrato prima nella storia dell'Italia, se la tendenza di aumento del 13% sarà...

Ue, primo sì al Prosek. Italia unita nella protesta

La Commissione Europea dà il via libera la domanda della Croazia per il riconoscimento di indicazione geografica protetta del vino croato. Forti contestazioni da più parti in difesa del Prosecco...
spaghetti

Il Made in Italy vola in tavola all’estero, ma il miele soffre

L’Italia raggiunge l’autosufficienza alimentare con un export a +12% che supera le importazioni, secondo dati Coldiretti presentati a Cibus 2021. Meno bene la produzione di miele in calo del 25%.  ...