Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors
Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors

1 Luglio 2022 | Ambiente, Attualità

Spiagge più belle d’Italia e Vele blu. Sul podio Sardegna, Toscana e Puglia

Sono 45 le località balneari premiate quest’anno con le Vele di Legambiente e Touring Club Italiano. Secondo l’European Best Destinations invece, un’organizzazione con base a Bruxelles che ogni anno stila classifiche europee per individuare trend e gusti dei cittadini, nelle classifica delle spiagge più apprezzate dalla popolazione europea si posizionano ben 7 spiagge italiane su 22 posizioni in classifica. 

Per Legambiente la Sardegna è in vetta alla classifica con 6 comprensori a Cinque Vele, seguita da Toscana e Puglia con 3, poi Campania e Sicilia con 2. Il Trentino-Alto Adige è pluripremiato per il turismo lacustre, ma la vetta dei laghi è del Veneto. A seguire nella classifica regionale delle Vele blu sono Basilicata e Liguria con un comprensorio a Cinque Vele in ciascuna regione.

Le Vele – da 1 (punteggio minimo) a 5 (punteggio massimo) – sono il vessillo assegnato ai comuni più meritevoli attraverso i dati raccolti da Legambiente. Un simbolo che testimonia non solo la purezza delle acque ma in generale la qualità ambientale e dei servizi offerti. Le località a Cinque Vele rappresentano le migliori pratiche amministrative e dimostrano che un nuovo modo di fare turismo è possibile, puntando sull’ambiente e sull’inclusività.

Nel dettaglio i comprensori a 5 vele sono: in Sardegna le terre della Baronia di Posada,la Gallura costiera, il comprensorio di Baunei, il litorale di Chia, il Golfo di Oristano con la Penisola del Sinis e l’isola di Maldiventre al litorale della Planargia sulla costa occidentale.

In Toscana le Cinque Vele sventolano quest’anno sui comuni dei comprensori della Maremma, della Costa d’Argento e dell’Isola del Giglio e sull’Isola di Capraia.

In Puglia in vetta alla classifica figurano le isole Tremiti, il comprensorio dell’Alto Salento ionico e quello dell’Alto Salento Adriatico.

Cinque Vele anche in Sicilia con le isole di Pantelleria e Salina, in Campania con i comprensori del Cilento antico e della Costa del Mito, in Liguria con i Comuni delle Cinque Terre. Una bandiera a Cinque Vele anche per la Basilicata con la Costa di Maratea.

Vacanza a Cinque Vele anche per gli amanti del turismo lacustre: premiati i laghi di Molveno, Fiè e Monticolo in Trentino-Alto Adige, il lago dell’Accesa in Toscana, il lago di Avigliana Grande in Piemonte.

Le 7 spiagge italiane più belle nella classifica europea

Nella classifica stilata dall’European Best Destinations le sette spiagge italiane più apprezzate in Europa sono: 

1. La prima italiana in classifica, al quarto posto della graduatoria complessiva, è Cala Goloritze, Baunei in Sardegna. Questa spiaggia è raggiungibile solo a piedi o in barca ed è considerata monumento nazionale protetto dal 1995.

2. Al settimo posto troviamo Baia delle Zagare, comune di Mattinata in Puglia

3. La terza spiaggia più bella d’Italia si trova al 14esimo posto ed è Cavoli, all’Isola d’Elba

4. Al 16esimo posto, sempre all’Elba, troviamo La Sorgente di Portoferraio

5. Un gradino sotto c’è Cala dei Gabbiani, in Sardegna, raggiungibile solo via mare

6. Cala Cipolla a Chia, in Sardegna, si trova al 19esimo posto. Ideale per i bambini grazie al fondale bassissimo per decine di metri dalla riva

7. Chiude la classifica delle 22 spiagge europee più belle Cauco a Maiori, Amalfi

 

di Serena Campione

Guarda anche:

Decessi per le ondate di calore, l’Italia la più colpita, assieme a Grecia e Malta

Dal 1990 al 2019, le ondate di calore hanno causato oltre 153.000 morti ogni anno in tutto il mondo. E’ quando rileva lo studio internazionale pubblicato sulla rivista PLoS Medicine e guidato dalla...
rome-JerOme82-moon

A Roma quattro strade messe in fila dalla Luna

Sarebbero state allineate per collegare le basiliche e il punto in cui il satellite tramonta la Luna sulla Città eterna L'assetto urbanistico voluto per Roma da papa Sisto V avrebbe avuto...

Furto in diretta su Instagram. Ma era una fake news

Il recente caso Rovazzi mostra come sia facile in Italia la diffusione di notizie false che diventano virali sui media. “Lato stampa è un po’ sfuggita di mano la cosa”. È lo stesso Fabio Rovazzi a...