Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors
Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors

9 Marzo 2022 | Ambiente

Storie, mappe e dati di Italia per approfondire i grandi temi ambientali del Paese

L’ISPRA, l’Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale, ha presentato l’EcoAtlante, uno strumento innovativo che permette di scoprire, visualizzare e condividere le informazioni ambientali nazionali e locali da pc, tablet e smartphone. 

Attraverso un universo di informazioni selezionate e interpretate da esperti e studiosi del Sina, il Sistema informativo nazionale ambientale, e costantemente aggiornate, è possibile realizzare mappe nazionali e locali personalizzate con dati, percentuali e trend. 

L’Ecoatlante si avvale su una serie di storie su ambiti tematici diversi che vanno dalla sostenibilità ai cambiamenti climatici, da come cambia il territorio al rischio dissesto geologico o all’inquinamento atmosferico. Tutti temi di grande attualità che possono essere approfonditi sia individualmente, sia attraverso la sovrapposizione delle informazioni, in maniera integrata tra di loro e costruendo un quadro complessivo del territorio. 

E’ possibile ad esempio disegnare la mappa del rischio di dissesto idrogeologico delle mete turistiche: degli oltre 213 mila beni architettonici, monumentali e archeologici italiani, quelli potenzialmente soggetti a fenomeni franosi sono oltre 12 mila, presenti in areee aree a pericolosità elevata. Raggiungono complessivamente le 38.000 unità se si considerano anche quelli ubicati in aree a minore pericolosità. I beni culturali esposti ad alluvioni, che sono poco meno di 34 mila nello scenario a pericolosità media, arrivano a quasi 50 mila in quello a scarsa probabilità di accadimento (eventi estremi), che avrebbe però rischi di danni al patrimonio culturale “inestimabili e irreversibili”.

 

di Arman C. Mariani

Italia

Guarda anche:

Pratiche contadine e pastorizie per la gestione degli incendi nei boschi

In Italia, i contadini e pastori da sempre hanno ridotto il rischio di incendi nei boschi, grazie a una gestione sapiente del territorio. Oggi questa tradizione può essere un modello per la lotta...

Venezia riduce la plastica insieme al WWF

È la prima città d’Italia ad aderire al movimento globale legato al progetto Plastic Smart Cities per la riduzione e l’eliminazione della plastica. Per sensibilizzare anche le strutture turistiche è...

Bandiere Blu 2024: premiate 236 eccellenze italiane

Sono 236 le Bandiere Blu assegnate quest’anno all’Italia, 14 i nuovi ingressi rispetto allo scorso anno con 4 Comuni non confermati. Sul podio la Liguria con 34 bandiere, seguono la Puglia con 24 e...