Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors
Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors

20 Marzo 2009 | Attualità

Torna la Bignardi con L’Era Glaciale, su Raidue

Stasera torna in tv Daria Bignardi, con il nuovo programma L’era glaciale. Ad ospitare la conduttrice, che ha lasciato La7, sarà Raidue. La Bignardi dunque sbarca in Rai (tramite produzione Endemol), con dodici puntate dedicate a incontri e interviste con personaggi celebri: ogni venerdì, dalle 23.40, la conduttrice interrogherà i suoi ospiti su questioni futili e serie , con lo stile vagamente radical chic che contraddistingueva anche il precedente Le invasioni barbariche. Certo, dalla nicchia in crisi di La7 alla tv pubblica, il salto è grande almeno quanto le aspettative , ma il presiden te di rete Antonio Marano sembra non avere dubbi sul valore dell’operazione: “L’avevamo cercata anche due anni fa – ha rivelato ieri in conferenza stampa – e quella volta ci aveva detto di no. Ma la Bignardi è talmente organica all’identità di Raidue che non poteva che finire così Questo non è un programma: è un progetto. Basato su un contratto di tre anni, per giunta rinnovabile: una rarità in tempi come questi” . Lei, da parte sua, ha fatto sapere di aver preferito Raidue alla piattaforma satellitare, che di recente ha attirato diverse star del piccolo schermo: “ on so quanto sia educato rivelarlo, ma mi aveva cercato anche Sky. Non ci ho pensato un attimo, era naturale che approdassi qui ”. La fascia oraria, in tarda seconda serata, non entusiasma i vertici di Raidue e forse nemmeno la conduttrice, ma ormai i palinsesti di prime time tendono a fagocitare il resto della programmazione. Potrebbe comunque trattarsi di una scelta provvisoria , visto che è già prevista una serie in prima serata, oltre che una ripresa dello show dopo l’interruzione estiva. Era glaciale sia, dunque: “ Abbiamo sempre saputo che sarebbe stato il titolo di un film, questo ci è piaciuto perché i processi di glaciazione e di disgelo sono lenti ma inesorabili – ha detto la Bignardi – Sarà un programma molto artigianale, come il mio modo di lavorare ”. Novanta minuti di chiacchiere e qualche approfondimento con contributi filmati anche d’epoca (i vantaggi di lavorare per Viale Mazzini, con le sue teche): un salotto ben vestito ma informale, interrotto da un solo spazio pubblicitario . Rispetto al talk barbarico sarà cassato il dibattito a più ospiti. La regia è affidata a Fabio Calvi. Ospiti della prima puntata saranno Luciana Letizzetto , ormai di casa sulle reti di stato; l’ex portiere Giovanni Galli , prossimo candidato a sindaco di Firenze per il Pdl; il disoccupato di lusso Roberto Mancini , ex allenatore dell’Inter; il ballerino di fama internazionale Roberto Bolle. Tra un gossip e una preferenza politica, riprendendo un modello ormai collaudato per una donna di televisione come la Bignardi, con qualche punta d’ironia, lo show sembra avere tutti gli ingredienti per riscontrare i favori del pubblico. Audience da dopo serata con garbo, eleganza e giusto un po’ di ridente spocchia.

Guarda anche:

Suore a scuola per comunicare il Vangelo sui social

Le suore provenienti da ogni parte del mondo hanno partecipato al workshop di cultura digitale ‘Pratiche e formati della comunicazione digitale per la vita religiosa’.  A organizzarlo è stata...

Venduto l’ex scalo ferroviario di Porta Romana a Milano, ospiterà il Villaggio Olimpico

L’ex scalo ferroviario milanese di Porta Romana è stato venduto per 180 milioni di euro da FS Sistemi Urbani, società capofila del Polo Urbano del Gruppo Ferrovie dello Stato Italiane. A comprarlo...
Scarpa Rossa su libro ad Albisola Superiore

Tante iniziative in Italia contro la violenza sulle donne

Molti gli appuntamenti in occasione del 25 novembre, dalle scarpette rosse sparse per le città al numero per chiedere aiuto sulle confezioni del latte.   Per dar conto delle molte iniziative in...