Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors
Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors

13 Maggio 2013 | Attualità

Troppe interferenze, e la Croazia si arrabbia

La Croazia striglia l’Italia per il perdurare delle interferenze prodotte dai ripetitori italiani sul segnale di ricezione della tv digitale terrestre in Istria. L’appello per un pronto intervento anti-interferenze arriva dall’ Hakom , l’autorità croata garante delle comunicazioni, che in una nota chiede “al ministero competente sulla gestione dello spettro radio di prendere i dovuti provvedimenti”, per ripristinare e garantire la qualità di ricezione dei programmi televisivi croati in Istria.  Hakom ricorda inoltre che un cospicuo numero di impianti di trasmissione italiani continuano a trasmettere su frequenze assegnate alla Repubblica Croata , in violazione ai trattati internazionali in materia. Il problema delle interferenze italiane in Croazia nasce nel 2010 , con l’inizio della transizione al digitale terrestre. Soltanto nel 2012 l’Hakom ha inviato 196 segnalazioni alle autorità italiane, per segnalare interferenze al segnale tv. 

Guarda anche:

Bergamo Porta Sud, progetto di respiro internazionale

La riqualificazione della più grande area dismessa della città di Bergamo, una porzione di territorio di quasi 400mila metri quadrati, a due passi dal centro cittadino, è realtà. Il Gruppo Vitali ha...

A -30 gradi a bordo di una bici

L’ultracyclist italiano Omar Di Felice è partito il 29 novembre per la traversata dell'Antartide in sella a una bicicletta, in solitaria; cercherà di percorrere 1.200 km per raggiungere il Polo Sud,...
Giovanni Ferrero

Nutella batte la moda: Giovanni Ferrero & Family più ricco di Pinault secondo Bloomberg

È Giovanni Ferrero l’italiano più ricco, è quanto emerge dal Bloomberg Billionaires Index a fine novembre, la classifica dei 500 uomini più ricchi del mondo che Bloomberg aggiorna ogni giorno dopo...