Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content

16 Maggio 2021 | Economia

Turisti in Italia quali sono le regole per entrare e accedere ai trasporti

Fino al 30 luglio i turisti dell’Unione Europea, dell’area Schengen, di Gran Bretagna e Israele non dovranno più fare la quarantena all’arrivo ma dovranno comunque avere un test negativo al Covid fatto non oltre le 48 ore precedenti all’ingresso in Italia.

Per i turisti provenienti con aerei da Stati Uniti, Canada, Giappone e Emirati Arabi con destinazione gli aeroporti di Roma, Milano, Venezia e Napoli è necessario fare un tampone alla partenza e uno all’arrivo e non è richiesta la quarantena. Diversi vettori si stanno attrezzando per fare i test direttamente in aeroporto.

Alcuni voli interni e treni sono ‘Covidfree’ e prevedono un test da fare prima di salire a bordo. E’ bene accertarsi sul sito della società di trasporto se il viaggio prevede il test perché è necessario presentarsi con un tampone fatto 48 prima della partenza o sottoporsi al tampone in stazione, presentandosi con almeno 30 minuti d’anticipo.

Rimane il divieto di ingresso per chi proviene o ha soggiornato in Brasile nei quattordici giorni precedenti all’arrivo in Italia. Sono esclusi coloro che hanno la residenza in Italia da prima del 13 febbraio 2021 e chi ha coniuge o figli minorenni in Italia. E’ richiesto in ogni caso un tampone o test negativo fatto nelle 72 ore precedenti all’orario di ingresso in Italia.

Guarda anche:

In Italia aumentano i brevetti, crescono le invenzioni nel mondo tech

Brevetti in forte aumento su robot, biotech e fotonica. Crescono in Italia le invenzioni che riguardano il mondo tech. Non solo dunque i comparti che tradizionalmente sfornano più certificazioni,...

“La Cattedrale” sarà lo stadio più bello del mondo

Il Nuovo San Siro, contraddistinto da una forte identità e riconoscibilità, attrattivo, accessibile ed eco-sostenibile, rappresenterà una nuova icona per Milano, consentirà di sostenere lo sviluppo...

Alimentari, fiore all’occhiello del Paese, i maggiori rincari nel 2022

Il 2022 si apre con un vero e proprio boom di rincari. Non solo l’ennesimo allarme contagi con la galoppante diffusione della variante Omicron in tutta Europa, ma a complicare la vita degli italiani...