Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content

10 Gennaio 2008 | Attualità

Tv: Ue pronta a rivedere regole finanziamento reti pubbliche

Rivedere le regole sui finanziamenti statali alla televisione pubblica per proteggere maggiormente la concorrenza nel settore ed evitare che i soldi dello Stato vadano a finanziare attività commerciali. Questo ciò che vuole la Commissione Ue che ha lanciato una  consultazione tra gli Stati membri con l’il proposito di mettere punto, entro la fine dell’anno, una proposta legislativa. L’ obiettivo è quello di varare una nuova direttiva entro la metà del 2009 . L’iniziativa di Bruxelles parte due giorni dopo l’annuncio del presidente francese Nicolas Sarkozy di voler rivoluzionare il sistema televisivo, in particolare sopprimendo  la pubblicità sui canali pubblici. Questi, secondo il presidente, potrebbero essere finanziati con una tassa sugli introiti pubblicitari delle tv private e un’altra imposta sul fatturato dei nuovi mezzi di comunicazione, come internet o la telefonia mobile.    E’ ancora presto, però, per dire quale strada prenderà la Commissione europea. Di certo, ha spiegato il commissario Ue alla concorrenza, Neelie Kroes, quello che serve è “migliorare la trasparenza e la certezza legale” dei finanziamenti statali al sistema televisivo pubblico , per assicurarsi che questi siano realmente mirati per la realizzazione della missione del servizio pubblico.   Resta salvo il principio per cui agli Stati viene riconosciuta “un’ampia discrezionalità nel definire il servizio pubblico televisivo” . Ma ” compito della Commissione è preservare la libera concorrenza . E questo implica in particolare la necessità che la missione di servizio pubblico sia definita con molta chiarezza, così come la limitazione degli aiuti di Stato a ciò che effettivamente è necessario per il perseguimento di quella missione, escludendo tutte le “sovra-compensazioni e sussidi incrociati nelle attività commerciali”.

Guarda anche:

Donne e over 65 i bevitori italiani di vino nell’analisi post pandemia

Uno studio dell’agenzia Wine Intelligence traccia il profilo post pandemia del consumatore italiano del vino.  La pandemia ha modificato il profilo del consumatore italiano di vino che è sempre più...

Approvato il Super Green Pass, nuove regole dal 6 dicembre

Obbligo vaccinale e terza dose, estensione dell'obbligo del vaccino a nuove categorie, istituzione del Super Green pass a partire dal 6 dicembre e rafforzamento dei controlli e campagne promozionali...

Il fondo statunitense KKR presenta un’offerta per TIM sul 100% delle azioni

Il fondo statunitense KKR ha presentato un’offerta per acquisire il 100% delle azioni di Tim. Il socio di maggioranza dell’azienda di telecomunicazioni è Vivendi, società francese guidata da Vincent...