Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors
Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors

27 Giugno 2014 | Economia

Un suono dal silenzio, nuovo iPod Touch in arrivo

Non se ne è parlato molto, perché da Apple si attendevano novità in ambito di tecnologie indossabili (smartwatch) o qualche indiscrezione sui prossimi cellulari (iPhone), ma la compagnia americana ha deciso di lanciare un nuovo iPod Touch , il lettore di mp3 che consente navigazione web e altre funzionalità da piccolo computer. Il modello 2014 è un entry-level da 16 Gb di memoria, con fotocamera iSight posteriore da 5 megapixel e prezzo più basso rispetto alle altre versioni già sul mercato. Il dispositivo è disponibile in sei diverse colorazioni, dal nero al rosso, passando per grigio, rosa, giallo e azzurro, a 199 dollari . Questa nuova edizione low cost ha spinto Apple ad abbassare il costo delle altre due già disponbili: iPod Touch da 32 Gb viene ora venduto a 249 dollari (rispetto ai precedenti 299), mentre quello da 64 Gb si ferma a 299 dollari (contro i 399 di prima). Le tre versioni si discostano solo per quanto riguarda la capacità d’archivio : sotto la scocca montano tutte un processore dual-core A5 (del 2012), con 1 Gb di Ram e display retina da 4 pollici.

Guarda anche:

SOS frantoi. Il paradosso italiano

Unaprol e Coldiretti hanno recentemente presentato l’esclusivo rapporto su “La guerra dell’olio Made in Italy” diffuso all’alba dell’attuale campagna olearia 2022/2023. Ad emergere è un’incognita...

Come vendere tulipani agli olandesi!

Vale 1 miliardo di euro l'export made in Italy di piante fiori e fronde. Nel dettaglio, si tratta di 1.146.762.653 euro, in crescita del 22% rispetto allo stesso periodo del 2020 (erano 937.756.550...

Tornano nei campi italiani miglio e avena grazie al progetto europeo “Re- Cereal”

La coltivazione di avena, miglio e grano saraceno sta nuovamente attirando l'interesse degli agricoltori delle regioni alpine di Austria e Italia. Una notizia a beneficio dei 233.000 ciliaci ad oggi...