Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content

12 Febbraio 2008 | Attualità

Una commissione autonoma per Venezia

Per la prossima Mostra del Cinema di Venezia a marzo sarà insediata una nuova commissione selezionatrice che vedrà la presenza di uno straniero. Lo hanno detto a Berlino Paolo Baratta, nuovo presidente della Biennale, e Marco Mueller, direttore della Mostra del Cinema. “Venezia deve essere modellata sui bisogni di chi realizza i film, li fa realizzare e circolare – ha detto Mueller -. Per questo il criterio di selezione dovrà rimanere alto”. La nuova commissione di selezione si insedierà entro la prima metà di marzo e comincerà subito a lavorare. Per garantire selettività, saranno stabilite liste di priorità, gerarchie e saranno ammessi non più di sessanta lungometraggi. Mueller afferma: “Non siamo a rimorchio delle strategie di promozione che vedono Venezia come ultima tappa prima delle uscite nelle sale. Garantiremo infatti la massima ospitalità pur mantenendo sobrietà riguardo ai grandi ospiti. Per quanto riguarda la tipologia di film, Mueller sottolinea che “probabilmente ci sarà una grande presenza dei lavori angloamericani, ma a causa dello sciopero degli sceneggiatori che hanno ritardato alcune produzioni delle major, a scendere in campo potrebbero essere finalmente quelli che vogliamo veramente: i veri film indipendenti”.

Guarda anche:

Donne e over 65 i bevitori italiani di vino nell’analisi post pandemia

Uno studio dell’agenzia Wine Intelligence traccia il profilo post pandemia del consumatore italiano del vino.  La pandemia ha modificato il profilo del consumatore italiano di vino che è sempre più...

Approvato il Super Green Pass, nuove regole dal 6 dicembre

Obbligo vaccinale e terza dose, estensione dell'obbligo del vaccino a nuove categorie, istituzione del Super Green pass a partire dal 6 dicembre e rafforzamento dei controlli e campagne promozionali...

Il fondo statunitense KKR presenta un’offerta per TIM sul 100% delle azioni

Il fondo statunitense KKR ha presentato un’offerta per acquisire il 100% delle azioni di Tim. Il socio di maggioranza dell’azienda di telecomunicazioni è Vivendi, società francese guidata da Vincent...