Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors
Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors

19 Febbraio 2024 | Attualità, Innovazione

Veganuary 2024, 1.7 milioni di italiani hanno provato a mangiare vegano

Iniziativa promossa da Essere Animali insieme a oltre 100 imprese per favorire nuove abitudini alimentari a ridotto impatto ambientale

I social sono un concentrato di food blogger, che sempre più spesso propongono – anche in via esclusiva – ricette vegane. Basta scorrere “senza impegno” i diversi reel per vedere quante ricette prive di carne, latte, uova e qualunque altro prodotto di origine animale siano disponibili e appetibili. A esserne convinti, sia chiaro. Il movimento vegano, dunque, prende sempre più forma e consapevolezza e ha lanciato – già dal 2014 – Veganuary, il Gennaio Vegano, che quest’anno avrebbe tentato – secondo i dati diffusi da Essere Animalicirca 1,7 milioni di persone anche in Italia.

A prendere parte all’iniziativa, fra i conti YouGov, è stato il 3% della popolazione adulta italiana, con un ulteriore 16% che ha ridotto il consumo di prodotti animali durante il mese. Sulla falsa riga del Celebrity Cookbook internazionale, quest’anno la campagna italiana ha potuto contare sul valido aiuto di un ricettario destinato esclusivamente agli iscritti, con le ricette preferite di diversi personaggi dello sport, della musica, del giornalismo e dei social.

Inoltre, sono state più di 100 le imprese che hanno deciso di promuovere la campagna di sensibilizzazione e, contemporaneamente, i loro prodotti veg. Il coinvolgimento delle realtà imprenditoriali, d’altronde, è fondamentale per rendere il veganesimo più visibile e accessibile, aumentando le opzioni vegane nei negozi e nei ristoranti. C’è popi tutta la partita della diffusione di informazioni corrette, che si gioca attraverso i media nazionali e internazionali.

“Man mano che le persone diventano più consapevoli dell’impatto che le nostre scelte alimentari hanno sulla salute del nostro Pianeta, diminuiscono anche i pregiudizi nei confronti dell’alimentazione vegetale”: a spiegarlo è Brenda Ferretti, campaign manager di Essere Animali (partner ufficiale di Veganuary in Italia) che precisa come il veganesimo venga sempre più visto come “parte della soluzione alla crisi climatica che il mondo sta affrontando”. Con buona pace di tortellini, brasato e tome di montagna.

di Daniela Faggion

Un sandwich vegano - ph. Miroro

Guarda anche:

L’ Al al servizio della tutela del patrimonio culturale italiano

In Italia il traffico illecito di beni culturali viene contrastato dal personale del Comando Carabinieri Tutela Patrimonio Culturale (TPC) con il supporto di piattaforme e archivi informatici...

Fondazione Italia Patria della Bellezza premia le realtà culturali italiane importanti ma poco note

Sono 22 le realtà culturali vincitrici del "Premio 2024 della Fondazione Italia Patria della Bellezza" giunto alla sua quarta edizione, di cui 3 premiate con un contributo complessivo di 60.000 euro...
Uomo nel grano - ph Pexels

Cibo Made in Italy non ci sarebbe senza il lavoro degli immigrati

Secondo nove casi studio sono centinaia di migliaia le persone giunte in Italia dall'estero che lavorano per i prodotti tipici italiani Fino al 50% di manodopera straniera dietro alle filiere....