Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors
Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors

14 Dicembre 2010 | Attualità

WikiLeaks e l’ambasciatore Usa raccontano Berlusconi, l’anti-liberale

Nuovi documenti dagli archivi di WikiLeaks , ancora una volta destinati a fare scalpore. Protagonista il presidente del Consiglio italiano, Silvio Berlusconi che, nella descrizione fattane dall’ambasciatore americano a Roma, David Thorne , appare come un despota dei media sceso in politica per interessi meramente personali che conitnua a difendere, in maniera anti-liberale. “Così Berlusconi vuole censurare internet” e “favorire le proprie imprese” , “zittire la concorrenza politica”. Questi alcuni stralci dai rapporti del diplomatico Usa, che se la prende direttamente con il decreto approntato da Paolo Romani, ministro allo Sviluppo: “La legge darà possibilità di bloccare o censurare qualsiasi contenuto – sintetizza Thorne – favorirà le imprese di Silvio Berlusconi di fronte ai suoi competitor” . Nel rapporto, Thorne ricorda che da anni gli Stati Uniti hanno fatto pressioni sul governo italiano perché approvi leggi che evitino conseguenze legali per chi opera sul web . Secco anche il giudizio sulla volontà del governo, con una nuova regolamentazione per internet, di rendere i provider e i canali come YouTube responsabili del contenuto che pubblicano: “Impossibile sia dal punto di vista economico che da quello pratico” dice l’ambasciatore.

Guarda anche:

A Torino le navette viaggiano da sole

Il progetto pilota ha lo scopo di offrire, per la prima volta in una città italiana, un trasporto pubblico flessibile lungo un percorso sperimentale di circa 2 km. Il processo sarà ufficializzato...

Dart contro l’asteroide:  arrivano le immagini dal mini-satellite tutto made in Italy 

E’ la prima volta che il genere umano modifica lo stato orbitale di un corpo celeste. A fotografare questa unicità nella storia dello spazio è stato uno strumento realizzato da una squadra di...

l gran rifiuto dell’Italia

Da uno studio statistico pubblicato da Eurostat, dal 2004 al 2020 la quantità di rifiuti riciclati è aumentata in modo significativo: da 870 milioni di tonnellate nel 2004 ai 1.221 milioni di...