Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors
Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors

27 Novembre 2008 | Attualità

Zach Braff lascia Scrubs e pensa a un film

Zach Braff lascia la serie televisiva Scrubs – Medici ai primi ferri, in cui interpreta il ruolo dello strampalato dottor Jonathan Micheal Dorian, meglio conosciuto come J.D., lo ha annunciato dalle colonne del giornale israeliano Haaretz. “Ci sono ancora molte cose che voglio fare, ma penserò sempre a Scrubs come all’esperienza più emozionante della mia vita, di cui sarò sempre grato”, ha spiegato il giovane attore. Il trentatreenne di fede ebraica non vuole rinunciare a inseguire i suoi sogni e a realizzare i suoi progetti : ” Vorrei prendere lezioni di piano, studiare all’università, viaggiare, recitare altri personaggi e fare un altro film. Per questo ho capito che era tempo di andarmene e cominciare una nuova vita “. Del mondo di Hollywood non rinnega nulla, ma racconta: ” Quando lavori in una serie tv, gli studios, i network, chi ti assicura, e anche lo show, finiscono col possederti, ad esempio, non penso che se avessi ancora avuto un contratto mi avrebbero permesso di venire qui in Israele, né di prendere lezioni di volo “. Un’esperienza di vita questa serie, sul cui set Braff ha trovato anche un amico vero, Donald Faison (Turk): ” Non potremmo essere più diversi, lui è un nero dal quartiere di Hell’s Kitchen in Manhattan, io sono un ebreo dalle periferie, e anche come personalità, lui è un maschio alfa e a me piace essere un ‘cretino’. Non dovremmo avere niente in comune, e invece abbiamo lo stesso senso dell’umorismo, e nessuno riesce a farmi ridere come lui. Siamo gay quanto possono essere gay due ragazzi che non sono gay” . Probabilmente la serie continuerà anche senza Braff, grazie al successo consolidato in questi anni. ” Per essere una serie hit negli Stati Uniti devi trovare un tuo appeal che vada bene per tutti, e noi abbiamo trovato un nostro essere successo di nicchia, grazie ad un umorismo e a uno stile tutto particolare: abbiamo i nostri telespettatori, che ci mantengono ‘vivi’, ma non siamo una grossa hit “, ha spiegato l’attore. La genialità della serie risiede a suo parere nelle brillanti sceneggiature: ” Dopo 8 anni puoi sederti a cena con Bill, dirgli ‘mi è successo questo’, e il giorno dopo ritrovartelo nella sceneggiatura “. Scrubs, ideato da Bill Lawrence, ha debuttato nel 2001 e da allora sono andate in onda già sette stagioni. Il titolo della serie è un termine americano che indica il camice indossato dai medici specializzanti e dagli infermieri, ma anche una persona di poco conto. 

Guarda anche:

Treno del Foliage, un viaggio tra i colori dell’autunno

Dal 15 ottobre al 6 novembre sarà possibile vivere un piacevole viaggio tra i colori dell’autunno lungo 52 km, da Domodossola a Locarno.  La tratta percorsa dal Treno del Foliage è stata inserita...

Le elezioni italiane viste dall’estero

La vittoria di Giorgia Meloni alla guida di Fratelli d’Italia è stata commentata dai principali quotidiani internazionali. La vittoria della coalizione di centro destra guidata da Fratelli d’Italia...

I robot amici dell’uomo. La ricerca è italiana

Sono robot collaborativi, nati per aiutare i chirurghi a “sentire” gli organi durante un’operazione anche a migliaia di chilometri di distanza, progettati per sollevare delicatamente anziani o malati allettati, per fare pulizie in casa, per lavorare nelle fabbriche, con compiti più rischiosi, riducendo le possibilità di infortuni.