Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors
Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors

6 Novembre 2022 | Innovazione

2032 SMART-FAMILY fra Italia e Romania

Uno spettacolo che unisce intelligenza artificiale, telepresenza e animazione digitale viene realizzato fra Italia e Romania nell’ambito del progetto europeo “Tele-Encounters: Beyond the Human”.

Dopo le prove generali di giugno, debutta ufficialmente “2032 SMART-FAMILY”, spettacolo realizzato dal Teatro “George Ciprian” di Buzău (Romania) e da “Industria Scenica” di Vimodrone, alle porte di Milano. In una serie di repliche a partire dal 9 novembre, la performance telematica va in scena contemporaneamente nei due spazi, a migliaia di chilometri di distanza, con attori e pubblico di entrambi i Paesi. Gli interpreti interagiscono in tempo reale in videoconferenza su grandi schermi di proiezione: uno dei personaggi in Romania è un robot costruito su misura, il che aumenta il grado di innovazione e di scommessa di questa coproduzione internazionale.

2032 Smart-Family - Aura Călărașu e Ogmios Z42

2032 Smart-Family – Aura Călărașu e Ogmios Z42

I robot fra noi

Siamo in un futuro molto prossimo e probabile. Nel 2032 (fra appena 10 anni) i robot saranno ovunque e si prenderanno anche cura di noi e dei nostri cari. Come accade a Laura, insegnante di filologia in pensione, che vive da sola in Romania visto che la sua unica figlia, Virginia, è emigrata in Italia, dove ha formato una famiglia. Quando Laura ha un infarto, Virginia le compra un robot sociale e mette in comunicazione le loro due abitazioni, situate a migliaia di chilometri di distanza. In questa famiglia geograficamente dispersa emergono rapidamente le implicazioni etiche e relazionali di questo uso della tecnologia.

2032 Smart Family - Monica Buzoianu e Giovanni Longhin

2032 Smart Family – Monica Buzoianu e Giovanni Longhin

Progetto europeo sulla migrazione

Lo spettacolo è prodotto nell’ambito di “Tele-Encounters: Beyond the Human“, progetto culturale co-finanziato dal programma Creative Europe dell’Unione Europea. Il tema centrale è quello della migrazione esplorato da un punto di vista decisamente originale, anche grazie a interviste a migranti rumeni e ai loro genitori anziani rimasti in Romania. La fase di ricerca per la costruzione del robot ha incluso laboratori di creazione di personaggi robotici per adulti e bambini in Romania, Spagna e Italia.

La performance va in scena il 9 e 10 novembre alle 19; il 5, 6 e 14 dicembre alle 19 e il 15 dicembre alle 20. L’ingresso è gratuito in entrambi i Paesi, solo su prenotazione.

di Daniela Faggion

2032 Smart-Family - Aura Călărașu e Ogmios Z42

Guarda anche:

È italiano il primo avatar che risponde al 112 in lingua dei segni

Arriva in Italia il primo avatar virtuale capace di rispondere alle richieste di emergenza nella lingua dei segni, nota anche come Lis. Il software rende accessibile il sevizio di emergenza del 112...

Vini affidati alle acque di mari e laghi, una pratica già nota agli antichi greci

Furono infatti i Greci dell’isola di Chio primi a rendersi conto dell’effetto delle acque marine sulle uve da vino. Lasciavano gli acini a mollo per qualche giorno così da eliminare la pruina, il...
farmer_Oscar_green_hfossmark

Giovani italiani creativi anche in agricoltura

Ecco gli Oscar Green di Coldiretti: dal concime a base di lana alle orecchiette snack per aperitivi, passando per la robiola che diventa pane Dal concime a base di lana alle orecchiette snack per...