Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors
Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors

8 Marzo 2023 | Attualità, Innovazione

Cattolica, Politecnico e Enersem sono Key Innovator secondo Ue

Il riconoscimento è arrivato grazie a un software che gli atenei e la start-up hanno messo a punto con un progetto europeo condotto nei cinque anni passati e che adesso comincia a entrare in uso.

La Commissione Europea ha indicato come Key Innovator Università Cattolica del Sacro Cuore, Politecnico di Milano e il suo spin off Enersem per aver messo a punto SSDA, un software in grado di calcolare l’impronta ambientale delle produzioni DOP e, soprattutto, di consigliare che cosa fare per migliorare la situazione. Lo strumento a supporto delle decisioni ambientali (SSDA è l’acronimo proprio di questa dichiarazione di intenti) è nato nel corso del progetto LIFE TTGG, che ha visto impegnate le due università e la startup insieme a Grana Padano, OriGIn, Fondazione Qualivita, nonché aziende produttrici ed enti italiani e francesi dal 2017 al 2022. Un progetto già di per sé all’avanguardia, perché per la prima volta ha considerato l’impronta ambientale di una DOP (nello specifico, la più venduta al mondo) e non di singoli produttori sparsi.

Il software sviluppato è in grado di valutare l’impronta ambientale dei produttori di uno stesso alimento di origine protetta, che seguono tutti lo stesso disciplinare e che hanno una filiera molto ben definita: nel caso del formaggio, ad esempio, dalla produzione del latte in stalla alla trasformazione in caseificio, fino al suo confezionamento. Il punto di svolta è stato la creazione di uno scenario produttivo di riferimento, con un range di valori comparabili: studiando i singoli processi, è possibile individuare i momenti più inquinanti o più energivori di una certa produzione e individuare soluzioni pratiche per attenuarli. E sono proprio tali soluzioni, studiate sul campo dagli esperti, che il software suggerisce a tutti coloro che si trovano in una medesima situazione.

I vari step del software SSDA nato dal LIFE TTGG

I vari step del software SSDA nato dal LIFE TTGG

L’introduzione dell’applicazione nelle filiere promette di avere un significativo riscontro ambientale ed economico. Nel caso del Grana, ad esempio, prendendo in considerazione solo l’aspetto energetico, l’applicazione delle misure di efficientamento individuate da Enersem nei caseifici porterebbero a un risparmio di almeno 5 euro a forma, con un evidente impatto positivo sull’ambiente e sui conti dei caseifici. E su una produzione di oltre cinque milioni di forme l’anno il conto economico ed ecologico è presto fatto, perché meno spesa per l’energia significa meno impatto ambientale.

SSDA Key Innovator

Guarda anche:

Dal profilo Instagram di Foreverland - praline

Un nuovo cacao senza cacao arriva dall’Italia

Una startup pugliese lancia una nuova ricetta di cioccolato fatto con le carrube, che promette di essere più sostenibile, più etico e più buono Molti pensano che il cioccolato sia un problema per la...
Movie Icons Mole - courtesy of Ufficio Stampa

Al Museo del cinema di Torino 120 memorabilia di Hollywood

Con Movie Icons, fino al 13 gennaio 2025, alla Mole Antonelliana esposti alcuni oggetti di scena originali come la piuma di Forrest Gump, la bacchetta di Harry Potter, il casco degli Stormtrooper e...

Dal 2026 in Italia ci sarà la “Capitale italiana dell’arte contemporanea”

L’iniziativa nasce nell’ottica di valorizzare realtà territoriali decentralizzate attraverso l’arte contemporanea. C’è tempo fino al 30 giugno 2024 per presentare i progetti e le candidature. Nel...