Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors
Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors

25 Maggio 2006 | Innovazione

EUROPA ANCORA IN RITARDO SU SVILUPPO ICT, ITALIA SOTTO MEDIA UE PER DIFFUSIONE BANDA LARGA

L’Europa è in ritardo rispetto ai suoi concorrenti nello sviluppo dell’economia digitale. E’ questo il monito lanciato dalla commissaria per i Media e la Società dell’informazione Viviane Reding alla presentazione del rapporto annuale sulla strategia 2010. Il settore Ict rappresenta il 5,6% del Pil Ue e genera il 45% dei guadagni di produttività, ma non basta: l’Europa investe il 2,4% del Pil nell’Ict, contro il 4,2% degli Usa. Nel 2005 gli abbonamenti alla banda larga sono cresciuti del 60% raggiungendo i 60 milioni. Va male l’Italia: al primo gennaio 2006 il tasso di penetrazione della banda larga è dell’11,8% contro una media Ue del 12,8%. Il valore del mercato dei contenuti online è stimato in 1,4 miliardi.

Guarda anche:

Riprodotto un naso con stampa in 3D al Meyer di Firenze

L'intervento è avvenuto nell’ospedale pediatrico Meyer di Firenze su un bimbo di 5 anni nato con un grave problema alla piramide nasale a causa di una complicanza post partum. La progettazione della...
Software Dop italiane più green - IlonaBurschl

Un software made in Italy aiuta le DOP Italiane a essere sempre più green

Si tratta del primo Sistema di Supporto alle Decisioni Ambientali ed è stato messo a punto da Politecnico di Milano, il suo spin off Enersem e Cattolica di Piacenza. Rendere più sostenibile la...
vegetali - Nika_Akin

L’Erbario centrale italiano di Firenze diventa digitale

Oltre due milioni di campioni vegetali, cui si aggiungono i 2 milioni provenienti da altre collezioni. Diventeranno file entro l'agosto 2025, grazie a 7 milioni di finanziamento. Trasformare...