Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors
Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors

1 Ottobre 2010 | Innovazione

Gli sviluppatori tra Apple e Android

Apple e i suoi dispositivi, dotati di iOs, sono la piattaforma preferita dai programmatori di applicazioni mobili . Il successo della Mela, però, è messo a repentaglio dalla rapida crescita di Android. Il sistema operativo di Google è open source e quindi più accessibile per gli sviluppatori, che nei prossimi anni potrebbero mutare le proprie preferenze e optare per Android, sempre più diffuso su smartphone e affini. Secondo un’indagine di mercato compiuta da Idc – Appcelerator Titanium tra giugno e settembre 2010, in estate gli sviluppatori che assegnavano ad Android una prospettiva di successo maggiore erano il 54% (contro il 40,4% favorevole a iOS), ma nelle ultime settimane la forbice tra le due fazioni si è ulteriormente allargata ( 58,6 contro 34,9% ). Il sistema operativo di Mountain View sembra avere le carte in regola per dominare il mercato dei device mobili nel futuro prossimo: più facilmente adattabile a ciascun prodotto, migliorabile dagli ingegneri di ogni compagnia e persino dagli utenti più esperti, si appresta a fornire telefoni cellulari, tablet e computer di ogni genere. iOs, invece, è studiato appositamente per iPad, iPhone e derivati, è un sistema chiuso e pensato come piattaforma di una produzione verticale, in cui Apple fa da moloch. Secono il 72% degli intervistati da Idc, dunque, la tecnologia software di Cupertino perderà colpi , app e programmi mobili hanno un futuro androide.

Guarda anche:

I robot amici dell’uomo. La ricerca è italiana

Sono robot collaborativi, nati per aiutare i chirurghi a “sentire” gli organi durante un’operazione anche a migliaia di chilometri di distanza, progettati per sollevare delicatamente anziani o malati allettati, per fare pulizie in casa, per lavorare nelle fabbriche, con compiti più rischiosi, riducendo le possibilità di infortuni.

Benessere digitale, l’Italia scala la classifica mondiale

Il Digital Quality of Life Index 2022, che fa il punto sullo stato del benessere digitale dei singoli paesi., valutando la qualità della vita digitale e come le diverse nazioni riescono a fornire le...

A Torino le navette viaggiano da sole

Il progetto pilota ha lo scopo di offrire, per la prima volta in una città italiana, un trasporto pubblico flessibile lungo un percorso sperimentale di circa 2 km. Il processo sarà ufficializzato...