Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content

25 Novembre 2014 | Innovazione

Google e Inbox la nuova posta mobile

Google introduce Inbox un servizio che mette in evidenza le parti più importanti di una email, come numeri di telefono, situazione del volo, immagini. Lo annuncia l’azienda attraverso un post nel proprio blog. Evidentemente  leggere le email è ormai troppo lungo e difficile e quindi serve un sistema che consenta di vedere subito le parti più interessanti. Triste ma vero. Inbox consente anche di attivare direttamente promemoria (come fa Mail di Apple da tempo), e consente in sostanza “di concentrarsi su ciò che conta davvero”. Sarà interessante sperimentare come le cose che contano siano identificate dal nuovo servizio che è pensato per la posta in mobilità ed è disponibile per Android dalla versione 4.1. e Iphone 7 e 8. Per avere Inbox bisogna farsi invitare da Google, scrivendo dal proprio indirizzo gmail a  inbox@google.com Il problema vero per per la posta in mobilità è  filtrare gli oggetti delle mail per potenziale interesse , oppure stabilire un grado di potenziale interesse sulla base di un algoritmo che valuta il contenuto. Quante mail potenzialmente interessanti buttiamo via da cellulare perché l’oggetto è scritto in modo non appropriato? Ecco uno spunto gratis per gli ingegneri dii Mountain View.

Guarda anche:

Per le olimpiadi di Milano si preparano i taxi aerei

La mobilità aerea urbana (UAM) è diventata la nuova frontiera dell'aviazione, a livello globale. Taxi volanti, piccoli, silenziosi e sostenibili forniranno il trasporto di massa per viaggi...

Bill Gates finanzia il vaccino ReiThera al posto dello Stato italiano

Da Bill Gates 1.4 milioni di dollari per lo sviluppo del vaccino italiano proprietà di ReiThera Srl. Lo sviliuppo del vaccino era stato bloccato dopo che il Governo non aveva rinnovato il...
Roma_bicicletta

Roma Capitale anche del turismo su bicicletta; conto alla rovescia per il Grab

E’ finalmente arrivato il momento per il Grab, il Grande raccordo anulare delle bici.  La Capitale lo aspetta da tempo e adesso dopo sette anni di lavori è iniziato il conto alla rovescia. Si tratta...