Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors
Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors

26 Giugno 2021 | Economia

Hai voluto la bicicletta? Adesso inizia a guadagnare!

Il turismo in bici è ancora poco diffuso nel nostro Paese, ed è praticato soprattutto da stranieri. Tuttavia è un settore in crescita, spinto dalla riscoperta della bicicletta durante i lockdown (+20% di ciclisti nel 2020 rispetto all’anno precedente), capace di portare valore su tutto il territorio, raggiungendo un patrimonio artistico e paesaggistico lontano dai consueti percorsi turistici di massa.

Ma soprattutto è un settore redditizio: in Italia, per ogni euro investito in una ciclovia, infatti, al territorio se ne rendono 3,5, e ogni chilometro di percorso ciclabile genera un indotto annuo di oltre 110.000 euro. Inoltre, una rete estesa di ciclovie frutterebbe 2 miliardi di euro all’anno al nostro Paese. 

Sono alcuni dei valori emersi alle Giornate Nazionali del Cicloturismo, organizzate da Fiab, la federazione italiana delle associazioni ciclistiche, e ActiveItaly, la rete di tour operator che si occupa di turismo attivo e sostenibile.

Fra i progetti in programma in Italian ci sono le 10 ciclovie nazionali (6.000 km che attraversano tutto il Paese), la conversione in percorsi ciclabili delle ferrovie dismesse (1000 km già fatti, altri 4000 da fare), il progetto SIC2SIC dell’Ispra per collegare in bici le aree protette di Rete Natura 2000, quello di Federparchi per collegare i parchi italiani.

 

 

di Arman Mariani

escursione_in_bici

Guarda anche:

Venduto l’ex scalo ferroviario di Porta Romana a Milano, ospiterà il Villaggio Olimpico

L’ex scalo ferroviario milanese di Porta Romana è stato venduto per 180 milioni di euro da FS Sistemi Urbani, società capofila del Polo Urbano del Gruppo Ferrovie dello Stato Italiane. A comprarlo...

Natale al buio

Da nord a sud in Italia la magia del Natale è a rischio. I sindaci delle grandi metropoli e dei piccoli borghi sono alle prese con “l’operazione luminarie”. Per far quadrare i conti, contrastare il...

Firenze vera capitale mondiale per il restauro, la ricerca, l’innovazione e l’alta formazione

Durante il convegno ‘E-RIHS nella sua futura sede: patrimonio culturale, ricerca e rigenerazione urbana’, svoltosi presso Manifattura Tabacchi martedì 11 ottobre, è stato illustrato il progetto per la ri-funzionalizzazione degli spazi che ospiteranno la sede di E-RIHS, frutto dell’accordo tra CNR e Fondazione CR Firenze. Ricercatori, studiosi, professionisti avranno accesso aperto ed integrato alle tecnologie più all’avanguardia per la conoscenza e la conservazione del patrimonio culturale grazie alla ‘European Research Infrastructure for Heritage Science (E-RIHS)’, coordinata dal CNR.