Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors
Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors

25 Luglio 2023 | Attualità, Eventi

I Depeche Mode tornano in Italia in primavera

A Bologna, il 16 luglio, si sono chiuse le tre date estive, con un concerto travolgente. In attesa della nuova leg di primavera.

Non bastano certo due ore e mezza a riassumere il senso dell’amore, della vita e della morte. Eppure, nelle due ore e mezza di concerto che i Depeche Mode hanno regalato a Bologna il 16 luglio 2023 è stato come se il tempo continuamente si fermasse per poi dilatarsi e proiettarsi nel futuro, un po’ come accade quando si ama o quando si percepisce di vivere o morire. A dominare lo sfondo del palco per l’attuale tour della band c’è la grande M di Memento Mori (il nuovo album), ma a ben vedere anche di Mode, fuggevole e destinata a passare in quanto Depeche (alla francese anni Ottanta, oggi diremmo Fast Fashion).

Eppure, anche con il grande lutto per la morte del collega Andy Fletcher, Martin Gore e Dave Gahan a passare non ci pensano proprio e sul palco celebrano la vita e la musica nelle loro molteplici sfaccettature: talvolta mistica (nelle danze roteanti di Gahan, che mantiene l’equilibrio come un sorprendente derviscio impegnato nelle danze sufi), talaltra ammiccante e carnale (sempre nelle movenze di Gahan, che quando agita il bacino scuote sempre parecchi torpori), talaltra ancora sussurrata e confidenziale, quando a prendersi la scena è meritatamente Martin Gore.

Depeche Mode a Bologna, 16.7.2023 ph. Daniela Faggion

Depeche Mode a Bologna, 16.7.2023 ph. Daniela Faggion

La serata bolognese ha concluso un tour italiano fatto di notti bollenti da tutto esaurito (prima i DM erano stati a Roma, il 12/7, e a Milano, il 14) e ha lanciato ufficialmente la caccia al biglietto per le prossime tre date annunciate (sempre Live Nation) per la primavera 2024: il 23 marzo 2024 al Pala Alpitour di Torino, il 28 e il 30 al Mediolanum Forum di Milano. La scaletta probabilmente cambierà, vista la vicinanza con le tappe estive, il peso mutevole del nuovo disco, lo spazio più raccolto dei palazzetti e l’uscita del nuovo box set da collezione, il dodicesimo per la collana The 12″ Singles: “Sounds Of The Universe | The 12″ Singles”, sempre per Sony Music.

La stessa esperienza bolognese potrebbe convincere la band a qualche modifica, magari per valorizzare il calore del pubblico italiano che è arrivato a raccogliere e a diventare la voce dello stadio: alla fine di brani come Enjoy the Silence, ad esempio, quando l’energia che dal palco era stata trasferita al prato e agli spalti, è diventata un coro di migliaia di voci che sembrava non volersi fermare e, soprattutto, non voler lasciare andare i suoi idoli.

Scaletta dei Depeche Mode a Bologna, 16.7.2023 ph. Daniela Faggion

Scaletta dei Depeche Mode a Bologna, 16.7.2023 ph. Daniela Faggion

E invece, dopo due ore abbondanti e ventiquattro brani, i Depeche hanno detto arrivederci all’Italia e sono partiti alla volta delle altre città europee che li aspettano fino all’11 agosto a Oslo, dove il tour si ferma per riprendere negli Stati Uniti a settembre. La sensazione dell’evento da raccontare agli amici è rimasto appiccicato a tutti come il sudore della calda notte di luglio, anche ai bambini che qualche genitore ha voluto portare al cospetto di Doctor Gore e Mister Gahan. Perché non è mai troppo presto per ascoltare LA buona musica elettronica e perché, si vocifera nei blog, questo potrebbe essere l’ultimo tour e la leg primaverile l’ultima occasione per vedere i DM dal vivo. Verità o voce diffusa ad hoc per esaurire anche le prossime date, poco importa: nel dubbio, meglio esserci.

di Daniela Faggion
Martin Gore e Dave Gahan - Bologna, 16.7.23 ph. Daniela Faggion

Guarda anche:

Nuovo studio spiega come sono manipolati i dibattiti sui social

Scienziati del CNR hanno realizzato una ricerca pubblicata dalla rivista americana PNAS. La chiave della manipolazione delle idee sarebbe il comportamento coordinato degli utenti online con profili...
Agostino Iacurci, Ensemble, 2024, progetto facciata Le Pré Catelan, Courtesy l'artista

Ecco Casa Italia a Parigi 2024

In occasione dei XXXIII Giochi Olimpici in programma a Parigi dal 26 luglio all’11 agosto 2024 il CONI ha scelto Le Pré Catelan, luogo simbolo dell’Olimpismo Per accogliere gli atleti dell’Italia...
La foto di Lukas Demetz e Rolando Ligustri - dal sito uai.it

Scatto italiano per una recente foto del giorno Nasa

È lo scatto dell'anticoda della cometa 12P realizzato da Lukas Demetz e Rolando Ligustri Mentre qualcuno ha sorriso per la cosiddetta "cometa cornuta" con due code, due esperti astrofili italiani...