Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content

11 Giugno 2014 | Economia

Il bancomat Bitcoin alla conquista di Roma

Una scatola di un paio di metri d’altezza per una tonnellata di peso, posizionata al centro della Stazione Termini, sarà il primo distributore italiano di Bitcoin . La moneta virtuale arriverà nel nostro Paese il 26 giugno, con la posa del distributore automatico. Gli utenti potranno usare la macchina sia per vendere sia per comprare Bitcoin, tramite il proprio cellulare, a partire dal No cash day, giorno non a caso scelto per l’inaugurazione del sistema. Secondo una ricerca di Coinmap, la valuta in Italia è accettata da circa 200 esercenti commerciali ma sin qui lo Stivale è l’unico grande Stato europeo a non avere un bancomat apposito. Per utilizzare il dispositivo, installato e gestito da Robocoin Italia, sarà necessario registrarsi al servizio , inserendo un numero di cellulare e il codice che verrà inviato successivamente via sms dal software. Sono richieste anche una scansione palmare, la scansione del codice fiscale e della patente, oltre a una fotografia dell’utente. In pochi minuti, l’account sarà attivo. Il bancomat sarà collegato a Bitstamp, piattaforma digitale di compravendita dei Bitcoin.

Guarda anche:

Climatariani e nuove tendenze sulla tavola degli italiani

La pandemia ha colorato di “verde” la tavola degli italiani, tanto che 1 italiano su 6 dichiara di adeguare il proprio regime alimentare per ridurre l'impatto ambientale.   E’ quanto emerge dal...

Export agroalimentare italiano verso il record storico

L'alimentare italiano registrerà il primato storico nelle esportazioni raggiungendo quota 52 miliardi, mai registrato prima nella storia dell'Italia, se la tendenza di aumento del 13% sarà...

Ue, primo sì al Prosek. Italia unita nella protesta

La Commissione Europea dà il via libera la domanda della Croazia per il riconoscimento di indicazione geografica protetta del vino croato. Forti contestazioni da più parti in difesa del Prosecco...