Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors
Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors

31 Ottobre 2022 | Ambiente

L’Europa di David Sassoli torna a vivere a Roma

Apre il nuovo spazio espositivo ‘Esperienza Europa – David Sassoli’, aperto al pubblico. Il progetto, promosso dal Parlamento e dalla Commissione europea, vuole avvicinare l’Unione ai suoi cittadini.

Inaugurato a Piazza Venezia, nel cuore di Roma, il centro interattivo “Esperienza Europa – David Sassoli”. Questo luogo di aggregazione fa parte di un progetto promosso da Parlamento e Commissione europea per portare l’Europa vicina ai suoi cittadini. Il motto che accompagna l’iniziativa sul sito ufficiale, d’altronde, recita: “Tutti ne parlano, ma chi la conosce davvero?”. Centri multimediali Europa Experience sono già stati aperti a Berlino (2016), Lubiana e Strasburgo (2017), (Helsinki (2018), Copenaghen (2019), Tallin (2020) e Parigi (2022), e sono previsti in tutte le capitali dei 27 Stati membri, con l’idea di creare spazi di condivisione in grado di rispondere – attraverso percorsi multimediali, conferenze e dibattiti – a tutte le domande sull’Unione europea e di favorire l’incontro tra cittadini e istituzioni europee.

Esperienza Europa - David Sassoli, Roma

Esperienza Europa – David Sassoli, Roma

Il dialogo fra cittadini europei e istituzioni

E proprio il dialogo con i cittadini a partire dai più giovani era uno dei temi più cari all’ex presidente Sassoli, che li citò addirittura nel suo discorso di insediamento: “Dicono a gran voce che dobbiamo svegliarci, aprire gli occhi e salvare il pianeta”. Diversi sondaggi sia in Italia, sia in Europa, hanno messo in evidenza l’interesse dei giovani a essere più coinvolti e informati rispetto ai processi decisionali in ambito Ue. Per questo, all’interno di “Esperienza Europa” sono previsti contenuti nelle 24 lingue riconosciute dell’Unione, seminari, dispositivi interattivi e anche giochi di ruolo, attività di circa due ore – quest’ultima – per consentire ai partecipanti di simulare il lavoro degli europarlamentari. Il fine è quello di comprendere la dialettica politica all’interno delle istituzioni, che poi trova la sua sintesi nell’approvazione delle leggi europee.

Parlamento europeo, Strasburgo

Parlamento europeo, Strasburgo

L’eredità europea di Sassoli

Prematuramente scomparso nel gennaio del 2022, David Sassoli è stato prima un apprezzato giornalista, poi un politico nel senso più genuino del termine, con una passione e una vocazione speciali per l’Europa. Parlamentare a Strasburgo per tre mandati consecutivi, Sassoli è stato prima vicepresidente (2014-2019) e subito dopo presidente del Parlamento europeo. Proprio durante uno dei suoi mandati aveva scoperto di avere un mieloma; proprio mentre era presidente una polmonite da legionella gli è stata fatale e, forse anche per questa coincidenza, Sassoli è divenuto uno dei simboli dell’Europa unita, che lavora per restare tale nonostante i tanti ostacoli sul suo cammino. Non stupisce, quindi, che in Italia il centro “Esperienza Europa” sia stato intitolato alla sua memoria, peraltro a pochi passi dal Campidoglio che aveva ospitato la sua camera ardente e dove è stata votata all’unanimità, appena un paio di mesi dopo, la mozione per intitolare a Sassoli una sala e un premio.

Omaggi a Sassoli in tutta Italia

Oltre a Roma – con la casa “Esperienza Europa”, nonché la sala e il premio a suo nome votati in Comune – sono già numerose le iniziative con cui, in tutto il Paese, sono stati intitolati diversi luoghi alla memoria dell’ex presidente del Parlamento Europeo. A Matera, dove Sassoli chiuse l’anno della città Capitale europea della Cultura (2019), gli è stata dedicata la “Cava del Sole – David Sassoli”. A Prato e a Firenze gli è stata intitolata una ‘panchina europea’, dipinta di blu con le 12 stelle gialle della bandiera Ue. Anche i centri più piccoli hanno voluto dimostrare la loro stima nei confronti del leader europeo. A Sant’Anna di Stazzema, in provincia di Lucca, è stata intitolata a Sassoli la sala conferenza della Fabbrica dei diritti, l’edificio che ospita le attività culturali nel paese che il 12 agosto 1944 fu luogo dell’eccidio nazifascista. A Corigliano-Rossano, infine, l’intitolazione dell’atrio del Comune.

di Daniela Faggion

 

Esperienza Europa - David Sassoli, Roma

Guarda anche:

De Castillia 23 by Progetto CRM - il parco

Da Chicago un premio al palazzo italiano ecosostenibile

Mangia-smog e auto-pulente con acqua piovana, una costruzione in zona Isola a Milano conquista l’Award of Excellence 2022, assegnato dal Council on Tall Buildings and Urban Habitat.   Un...

Venduto l’ex scalo ferroviario di Porta Romana a Milano, ospiterà il Villaggio Olimpico

L’ex scalo ferroviario milanese di Porta Romana è stato venduto per 180 milioni di euro da FS Sistemi Urbani, società capofila del Polo Urbano del Gruppo Ferrovie dello Stato Italiane. A comprarlo...

L’Oceano Artico potrebbe essere privo di ghiaccio in estate già dal 2050

Studiare le variazioni climatiche del passato è importante per comprendere meglio le presenti e sviluppare modelli per il futuro. Lo conferma uno studio condotto dal CNR in collaborazione con...