Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors
Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors

21 Ottobre 2021 | Ambiente

Milano vince l’Earthshot Prize per la lotta allo spreco

Nella prima edizione del premio assegnato dalla Royal Foundation ai progetti internazionali per l’ambiente, la città si è aggiudicata 1 milione di sterline grazie al progetto degli hub di quartiere che ridistribuiscono alimenti alle Ong.

A PREMIARE MILANO, I DUCHI DI CAMBRIDGE

Milano prima al traguardo del prestigioso premio internazionale Earthshot Prize per le migliori soluzioni a favore dell’ambiente. Il premio green più ambizioso del momento è un’idea del Principe William e di Kate Middleton che in collegamento su BBC e Discovery Channel nella serata del 17 ottobre hanno annunciato la vittoria della città di Milano per il progetto “City of Milan’s Food waste hubs”, la Food policy degli hub di quartiere contro lo spreco alimentare.

LA GIURIA E GLI ALTRI PREMIATI

La valutazione è stata fatta da un comitato di esperti internazionale che ha selezionato questa, insieme ad altre quattro iniziative, tra le 750 candidate in tutto il mondo. Gli altri quattro premiati con l’Earthshot Prize provengono dalla Repubblica della Costa Rica per la protezione delle foreste, dall’India per la riduzione delle emissioni dei fumi in aria, da Berlino per lo sviluppo di tecnologie ad idrogeno per la produzione energetica e dalle Bahamas per la difesa delle barriere coralline.

COME SARA’ UTILIZZATO IL PREMIO

Il premio di un milione di sterline consentirà di potenziare sempre più questi hub che recuperano beni alimentari dai supermercati e dalle mense per distribuirli alle Ong, aprirne di nuovi, garantendone la sostenibilità sul lungo periodo e replicare questa pratica virtuosa nella rete delle città che lavorano con Milano sulle food policy, partendo dalla rete delle città di C40 e del Milan Urban Food policy pact.

IL PROGETTO DEGLI HUB DI QUARTIERE

Per Milano si tratta del riconoscimento di un grande lavoro e del valore delle sinergie tra diverse realtà. Il progetto è nato nel 2017 da un’alleanza tra Comune di Milano, Politecnico di Milano, Assolombarda, Fondazione Cariplo e il Programma QuBì. Oggi la città ha 3 hub di quartiere nelle zone Isola (2019), Lambrate (2020) e Gallaratese (2021). La realizzazione del primo hub ha coinvolto Banco alimentare della Lombardia; a seguire, è stato avviato l’hub di Lambrate nella primavera 2020, gestito sempre da Banco alimentare della Lombardia in uno spazio messo a disposizione da AVIS Milano e con il contributo di BCC Milano. Il terzo hub, al Gallaratese, è gestito da Terre des hommes con il contributo di Fondazione Milan.

I PROGETTI FUTURI E LE ALTRE INIZIATIVE SOLIDALI CONTRO LO SPRECO

In città c’è grande fermento nell’ambito della solidarietà: il prossimo hub nascerà in zona Corvetto con la gestione di Banco alimentare della Lombardia e il contributo della Fondazione SNAM; per aprirne un quinto il Comune di Milano ha recentemente avviato il tavolo di coprogettazione per l’hub del Centro con l’Associazione IBVA e con il supporto di BCC Milano. Il Comune ha lanciato inoltre con Fondazione Cariplo e SogeMi l’iniziativa Foody zero sprechi per replicare il modello degli hub anche all’Ortomercato e recuperare il cibo fresco insieme a Banco alimentare della Lombardia, Recup, Croce rossa sud milanese, Università degli studi di Milano e molti altri partner in supporto. Inoltre nel capoluogo lombardo è attivo il progetto di solidarietà circolare spesasospesa.org che supporta l’hub di zona Gallaratese coinvolto nel premio. Nato nel 2020, coinvolge le imprese nella donazione di beni di prima necessità in scadenza o in eccedenza donandoli, con la massima trasparenza e tracciabilità grazie alla piattaforma tecnologica Regusto, ai cittadini in difficoltà tramite accordi con enti no profit nei Comuni che aderiscono all’iniziativa.

 

di Valentina Colombo

Guarda anche:

SOS frantoi. Il paradosso italiano

Unaprol e Coldiretti hanno recentemente presentato l’esclusivo rapporto su “La guerra dell’olio Made in Italy” diffuso all’alba dell’attuale campagna olearia 2022/2023. Ad emergere è un’incognita...
sub_mare

È italiana la prima App per localizzare e spazzare via i rifiuti dal mare

Si chiama Scubadvisor ed è la prima app al mondo interamente dedicata agli appassionati di immersioni dal risvolto green: grazie a un geolocalizzatore permette di localizzare i rifiuti in fondo al...

In Italia il clima è già cambiato

Da gennaio a luglio 2022 in Italia sono stati registrati 132 eventi climatici estremi, il numero più alto della media annua dell'ultimo decennio. Il dato complessivo degli ultimi anni  (dal 2010 al...