Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors
Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors

17 Giugno 2013 | Attualità

Nigella, scena choc al ristornate

Una mano stretta intorno alla gola, il viso contratto in una smorfia di paura. Quella che il Sunday People pubblica è la foto che ritrae Nigella Lawson , conduttrice inglese ora in onda anche su Real Time con il suo programma di ricette, mentre il marito Charles Saatchi le stringe la gola durante una lite. Il tutto è avvenuto in pubblico, in un ristorante del centro di Londra , sabato a pranzo. Il fotografo ha ritratto l’intera sequenza del litigio, con la conduttrice, popolarissima per i suoi programmi e libri di cucina, che si allontana in lacrime. Nigella e Charles Saatchi, imprenditore nel campo dell’arte, sono sposati da 12 anni e sono una delle coppie più solide tra le celebrities britanniche. Fino a oggi. Intanto sul web monta la rabbia: molti si chiedono come sia stato possibile che nessuno sia intervenuto per fermare Saatchi.

Guarda anche:

violenza_adolescenti

Adolescenti e violenza di genere: un/una ragazzo/a su due ha subito atteggiamenti violenti nella coppia

Nei giorni scorsi Save the Children, in collaborazione con Ipsos, ha pubblicato i risultati di un’indagine di approfondimento sulle relazioni amicali e affettive degli adolescenti. In maniera...
Controlli a frontiere e dogane contro laa febbre dengue - ph. lksuperboy

Emergenza Dengue in Sudamerica, in allerta le frontiere italiane

Focolai in Brasile, Argentina e altre zone tropicali fanno scattare i controlli. Allo Spallanzani di Roma, intanto, c'è già il vaccino Corre l'anno bisestile 2024 e il Sudamerica si trova a...
Un sandwich vegano - ph. Miroro

Veganuary 2024, 1.7 milioni di italiani hanno provato a mangiare vegano

Iniziativa promossa da Essere Animali insieme a oltre 100 imprese per favorire nuove abitudini alimentari a ridotto impatto ambientale I social sono un concentrato di food blogger, che sempre più...