Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content

8 Luglio 2021 | Attualità

Torna il Salone del Libro di Torino, sempre piú internazionale

Dopo un anno di sospensione di nuovo in agenda l’appuntamento più importante per l’editoria italiana: Il Salone internazionale del Libro di Torino previsto al Lingotto Fiere dal 14 al 18 ottobre 2021.

“Vita Supernuova” é il titolo e il tema della XXXII edizione del Salone di Torino in occasione del settecentesimo anniversario di Dante. Supernova é anche una metafora, espressione diun’esplosione stellare di enorme potenza che con la sua luce può illuminare ciò che altrimenti resterebbe al buio. Un augurio una strada dopo questo periodo pandemico cosi difficile per tanti ambiti compreso quello culturale.

La kermesse torinese torna in grande spolvero richiamando grandi nomi della scena letteraria italiana e internazionale. Torino ospiterá editori, autori, librai, scuole e la comunità di lettori che anche durante questo anno complesso non hanno mai smesso di incontrarsi anche solo virtualmente intorno alla lettura.

L’editoria libraria italiana infatti ha continuato a crescere nel 2020 e nel 2021 raggiungendo nei primi mesi del ‘21 un aumento del 26,7% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente.

Sono aumentati anche i lettori: il 61% gli italiani che si sono immersi nel mondo del libro di etá 15-74 nel 2020 contro il 58% dell’anno precedente. Sicuramente la pandemia ha agevolato questo incremento avvicinando anche i deboli lettori alla lettura.

Gli editori hanno svolto e continuano a svolgere da questo punto di vista un ruolo fondamentale. Il Salone del libro é al loro fianco come sempre. Insieme daremo vita all’edizione della ripartenza, per incontrare i lettori dal vivo dopo tutto questo tempo.“ Commenta Nicola La Gioia, direttore del Salone.

Nonostante le modalità organizzative e gli spazi siano ancora da definire c’e molta voglia di un ritorno alla normalità fatto di incontri, reading, presentazioni dal vivo e mostre. Ci sarà un ufficio apposito, formato da professionisti, che dovrà studiare le regole in vigore dopo l’estate e mettere a punto l’organizzazione.

Per il programma bisogna aspettare settembre ma giá sono stati annunciati i primi nomi. Inizialmente si era ipotizzato a causa del covid e delle restrizioni un salone particolarmente italiano, ma i personaggi nominati in conferenza stampa mostrano una notevole presenza internazionale, a testimonianza di una fiera che guarda significativamente all’estero.

Saranno infatti presenti durante i giorni del festival la scrittrice francese Valérie Perrin, il cui libro Cambiare l’acqua ai fiori è stato il più venduto in Italia nel 2020, Andrè Acimar, dalla Spagna Javier Cercas e Alicia Gimenez-Bartlett; l’argentino Alan Pauls. E ancora l’italiana Stefania Auci, in classifica da settimane con L’inverno dei leoni e Domenico Starnone. Arriverà al Salone David Quammen autore di Spillover.

Inoltre ci saranno ospiti del Salone la scrittrice, giornalista e commentatrice politica turca Ece Temelkuran e Carlo Verdone. I in collegamento lo scrittore e game designer Jeff Kinney, papá di Diario di una schiappa.

Il libro non soltanto ha resistito, ma è addirittura più forte di prima. All’inizio pensavamo che sarebbe stato un Salone più italiano, con autori nazionali. E invece avrà un palinsesto di grandi autori e progetti di respiro internazionale. Sarà un Salone più internazionale che mai“, sottolinea sempre Lagioia che svela anche il manifesto illustrato dall’artista Elisa Seitzinger che ha curato la creatività della fiera.

Particolare attenzione verrá data alla scuole con il coinvolgimenti degli studenti di tutta Italia in progetti culturali e letterari. Sul fronte digitale continuerá ad arricchire l’offerta di contenuti, approfondimenti, materiali sulla piattaforma SalTo+. Tra le novitá il ciclo dedicato ad Albert Camus. Le scuole saranno invitate a leggere La Peste di Camus per discuterne in classe e vivere l’esperienza di lettura condivisa.

Il ritorno del Salone del Libro di Torino é un grande segnale di positivitá, di ripartenza e di normalitá per tutto il mondo della cultura.

di Sara Giudice
Salone del Libro

Guarda anche:

Climatariani e nuove tendenze sulla tavola degli italiani

La pandemia ha colorato di “verde” la tavola degli italiani, tanto che 1 italiano su 6 dichiara di adeguare il proprio regime alimentare per ridurre l'impatto ambientale.   E’ quanto emerge dal...

Export agroalimentare italiano verso il record storico

L'alimentare italiano registrerà il primato storico nelle esportazioni raggiungendo quota 52 miliardi, mai registrato prima nella storia dell'Italia, se la tendenza di aumento del 13% sarà...

Torna a Milano Tuttofood, la fiera biennale dedicata all’ecosistema agro-alimentare

Tuttofood si terrà a Milano nel polo espositivo di Fiera Milano Rho dal 22 al 26 ottobre 2021, in concomitanza con HostMilano. Tuttofood è una manifestazione dal carattere globale che coinvolge il...