Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors
Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors

27 Luglio 2009 | Innovazione

Ue porta il 3G su rete Gsm

Il consiglio dei ministri oggi ha approvato in via definitiva la proposta della Commissione sulle nuove norme comunitarie per l’ampliamento dell’uso dello spettro radio necessario per i servizi mobili.   La direttiva aggiornata permetterà ai servizi 3G di utilizzare le vecchie frequenze Gsm , da 900 MHz. Questa nuova flessibilità, indica la Commissione Ue, rafforzerà la concorrenza sul mercato europeo delle tlc e contribuirà a una diffusione più ampia e rapida dei servizi in banda larga senza fili.   L’internet mobile è infatti uno dei soggetti che trarrà maggior giovamento dalla direttiva , che entrerà in vigore in ottobre e garantirà risparmi fino a 1,6 miliardi di euro. A settembre basterà la firma dei presidenti del Parlamento europeo e del Consiglio Ue dei ministri per concludere l’iter legislativo. ” La norma Gsm costituisce un successo per l’Europa che l’ha creata. Nell’aggiornare la direttiva Gsm l’Unione europea apre la strada ad una nuova generazione di servizi e tecnologie dove l’Europa può diventare un leader mondiale” ha affermato la commissaria europea alle telecomunicazioni, Viviane Reding.   “Desidero ringraziare il Parlamento europeo e il Consiglio dei ministri che lo hanno permesso adottando rapidamente la riforma di questo importantissimo capitolo della legislazione in materia di telecomunicazioni. La riforma permetterà di rimuovere gli ostacoli che gravano sugli operatori, i quali potranno attivare nuove tecnologie nella banda di frequenze GSM per sviluppare servizi mobili in banda larga ad alta velocità. Ciò permetterà di dare una spinta all’economia europea senza fili e contribuirà al decollo dell’Europa digitale .”

Guarda anche:

I robot amici dell’uomo. La ricerca è italiana

Sono robot collaborativi, nati per aiutare i chirurghi a “sentire” gli organi durante un’operazione anche a migliaia di chilometri di distanza, progettati per sollevare delicatamente anziani o malati allettati, per fare pulizie in casa, per lavorare nelle fabbriche, con compiti più rischiosi, riducendo le possibilità di infortuni.

Benessere digitale, l’Italia scala la classifica mondiale

Il Digital Quality of Life Index 2022, che fa il punto sullo stato del benessere digitale dei singoli paesi., valutando la qualità della vita digitale e come le diverse nazioni riescono a fornire le...

A Torino le navette viaggiano da sole

Il progetto pilota ha lo scopo di offrire, per la prima volta in una città italiana, un trasporto pubblico flessibile lungo un percorso sperimentale di circa 2 km. Il processo sarà ufficializzato...