Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors
Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors

16 Marzo 2007 | Innovazione

Una nuova vita per .com che diventa Punto.it

Il quotidiano .Com, che aveva chiuso i battenti la scorsa estate per le vicende giudiziarie che avevano coinvolto gli editori, ritorna con un nuovo nome come inserto allegato a L’Opinione, storico giornale di area liberale che debutta con nuova veste grafica, formato e carta. Punto.it, questo il nuovo nome, sarà formato da quattro pagine dedicate a emittenza televisiva, editoria cartacea e online, marketing e pubblicità, cinema, mondo dei giornalisti e della comunicazione politica. C’è anche una sezione di analisi degli ascolti televisivi curata da Gianluca Marchi. Paolo Pillitteri, ex sindaco di Milano e condirettore dell’Opinione, è il direttore del nuovo inserto. Il giornale è per ora diffuso solo a Milano e Roma, ma entro qualche mese dovrebbe essere distribuito in una settantina di città capoluogo. Per raggiungere il pareggio L’Opinione dovrebbe vendere 5mila copie al giorno. Il giornale beneficia di finanziamenti pubblici.  L’Opinione, ha ricordato Pillitteri, venne fondata alla fine del 1847 da Camillo Benso conte di Cavour, come “Quotidiano politico”. Successivamente è diventato l’organo ufficiale del Partito Liberale Italiano. Il giornale, dal novembre 1992, con la direzione di Arturo Diaconale, è uscito dalla crisi causata dalla diaspora dei liberali fino a tornare a essere un quotidiano dal 14 dicembre 1993, come “L’opinione delle libertà” edito da una società cooperativa guidata da Stefano Peschi.

Guarda anche:

Tecnologie dell’idrogeno, Italia ai primi posti per brevetti

L'Italia è fra i primi posti in Europa nei brevetti per la transizione verso l'idrogeno, specie quello 'verde' da fonti non fossili.  Secondo lo studio congiunto condotto dall'Ufficio europeo dei...
Tumore al Pancreas, si lavora al vaccino grazie al Pnrr

Tumore al Pancreas, si lavora al vaccino da Torino a Palermo

Dai fondi del Pnrr arriva un finanziamento di 950 mila euro per prevenire la malattia che ha portato via Gianluca Vialli (e altre 12 mila persone ogni anno). Un vaccino 2.0 a Dna per la cura del...
Heal Italia, medicina di precisione

Medicina di precisione, è partito il progetto Heal Italia

Un partenariato di 12 università e 13 istituzioni pubbliche e private non partecipate dal MUR lavorerà per tre anni, con advisory board internazionali, per condividere dati e trovare cure sempre più...