Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors
Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors

17 Ottobre 2008 | Attualità

Vigilanza Rai: si va al baratto

Nulla di fatto per l’elezione del presidente, ma si profila una soluzione patteggiando sul membro della Consulta Potrebbe delinearsi uno spiraglio per l’elezione del presidente della Commissione di vigilanza Rai. Il Pdl la giocato la carta del candidato inaccettabile per l’opposizione  alla Consulta (Gaetano Pecorella) per avere una merce di baratto più forte con Di Pietro che ovviamente vede come il fumo negli occhi l’elezione all’alta Corte di uno degli avvocati di Berlusconi. Fatto sta che in serata sono iniziate a girare ipotesi di doppia resa: né pecorella né Orlando. La linea del Pdl su questo è abbastanza chiara. Rinunciamo se rinunciate. Certo il baratto tra un uomo che è stato un popolare Sindaco di Palermo e un altro che è indagato per favoreggiamento e potrebbe essere chiamato a giudicare il suo stesso processo è un po’ sbilanciato. Ma questa sembra essere la strada. Per Pecorella non hanno votato nemmeno tutti i suoi deputati. In venti gli hanno girato le spalle.

Guarda anche:

Treno del Foliage, un viaggio tra i colori dell’autunno

Dal 15 ottobre al 6 novembre sarà possibile vivere un piacevole viaggio tra i colori dell’autunno lungo 52 km, da Domodossola a Locarno.  La tratta percorsa dal Treno del Foliage è stata inserita...

Le elezioni italiane viste dall’estero

La vittoria di Giorgia Meloni alla guida di Fratelli d’Italia è stata commentata dai principali quotidiani internazionali. La vittoria della coalizione di centro destra guidata da Fratelli d’Italia...

I robot amici dell’uomo. La ricerca è italiana

Sono robot collaborativi, nati per aiutare i chirurghi a “sentire” gli organi durante un’operazione anche a migliaia di chilometri di distanza, progettati per sollevare delicatamente anziani o malati allettati, per fare pulizie in casa, per lavorare nelle fabbriche, con compiti più rischiosi, riducendo le possibilità di infortuni.